Carzedda: «Subito l’autonomia»

Il sub-commissario indica l’agenda dei suoi impegni: verifiche sulle scuole, strade e opere pubbliche

OLBIA. Dopo anni di oblio è il primo volto istituzionale di una provincia che non ha mai accettato la rottamazione per referendum. Riparte dalla nomina a sub-commissario di Pietro Carzedda, olbiese, politico di lungo corso sotto le insegne di Forza Italia, il percorso di rinascita dell’autonomia della Gallura. Carzedda è stato scelto dal governatore Christian Solinas per gestire la quota gallurese di provincia finita sotto la gestione di Sassari. Una amministrazione condivisa in attesa di riconquistare l’autonomia. Obiettivo al quale il neo sub-commissario intende dedicare tutte le sue energie.

Gallura autonoma. L’ufficializzazione dell’incarico avverrà domani mattina nel palazzo di via Nanni, sede della provincia di Olbia-Tempio che non c’è. Ma Carzedda è al lavoro da giorni per definire l’agenda delle priorità. «Sono molto onorato di questa nomina – commenta il neo sub-commissario –. Un ruolo che porterò avanti insieme a tutti i sindaci del territorio e agli amministratori regionali. Un punto di partenza importante verso la ricostituzione della nuova provincia Gallura. Questo territorio, noi tutti, rivendichiamo con forza l’autonomia e la strada tracciata dalla Regione per riconquistarla è quella giusta».

La giunta a guida Solinas, in Gallura ha fatto il pieno di consensi alle ultime elezioni regionali. E uno degli impegni con cui ha conquistato voti è stata proprio la promessa di restituire l’indipendenza amministrativa alla Gallura. Dopo un anno il territorio batte cassa. «La riforma degli enti locali come strada per riavere la nostra provincia è giusta e sacrosanta – non ha dubbi Carzedda –. E sono certo che avrà l’appoggio di tutto il territorio che vuole essere riunito sotto una unica bandiera. Un lavoro in cui mi impegnerò in questi mesi partendo dal basso. Rivendichiamo con forza la nostra autonomia».

Scuole ai raggi X. Il sub commissario ha il difficile compito di far correre la macchina Gallura che dopo anni di guida sassarese ha ruote sgonfie e cavalli in meno nel motore. «Già venerdì ho fatto un primo informale incontro negli uffici di via Nanni con i dirigenti – spiega Carzedda che in questi mesi dovrà coniugare il suo ruolo di sub-commissario con quelli di consigliere comunale e coordinatore provinciale di Forza Italia –. Partiranno immediatamente le verifiche nei 23 istituti scolastici che sono gestiti dalla provincia. In contemporanea concentreremo attenzione ed energie su altri due settori. La viabilità e le opere pubbliche».

Sos dipendenti. Carzedda dovrà rimettere in pista una provincia che ha un terzo dei dipendenti rispetto ai tempi dell’autonomia. «Dei 156 ne sono rimasti 50 – sottolinea –. Abbiamo solo tre dirigenti che stanno facendo i salti mortali. Ci faremo valere quanto prima per avere una maggiore dotazione organica. A breve incontrerò l’amministratore straordinario». Tutte ancora da verificare le risorse economiche a disposizione. «Ho già chiesto un resoconto dettagliato e nei prossimi giorni avrò il quadro preciso della dotazione finanziaria di cui disponiamo – conclude Carzedda –. Ci sono tante opere pubbliche finanziate dall’ultima amministrazione provinciale da portare avanti».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes