Olbia, la Guardia di finanza sequestra 65mila mascherine

I dpi erano privi di provenienza, sprovvisti di indicazioni nella lingua italiana e dei previsti requisiti di sicurezza

OLBIA. Le Fiamme gialle del Comando provinciale della Guardia di finanza di Sassari hanno sequestrato 65mila mascherine chirurgiche non regolari. L'operazione è frutto di alcune segnalazioni in base alle quali alcuni esercizi commerciali disponevano, ancora imballati e da stoccare, di dispositivi di protezione pronti per essere messi in vendita.

In tre distinti interventi le Fiamme gialle turritane hanno sequestrato complessivamente 65mila dpi prive di ogni segno di provenienza, sprovviste di indicazioni nella lingua italiana nonché dei previsti requisiti di sicurezza che ne potessero garantire la sicurezza ultima del consumatore.

Per queste condotte, i rivenditori dei prodotti sequestrati sono stati segnalati all’Autorità giudiziaria, alla locale Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e sanzionati per le diverse violazioni amministrative. Le mascherine, all’esito dell’iter amministrativo e di opportuni specifici accertamenti sulla conformità, potranno, previo nulla osta delle Autorità competenti, essere distribuite in base alle esigenze correlate all’emergenza epidemiologica.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes