Al via i voli internazionali sarà l’estate delle low cost

Dopo quattro mesi di stop oggi riprendono i collegamenti con le città d’Europa Il caso easyJet: la vera alternativa alla continuità territoriale monopolio Alitalia

OLBIA. Da questo pomeriggio i turisti europei potranno atterrare a Olbia. La vera ripartenza dopo il lockdown provocato dalla pandemia. La prova del fuoco per l’economia turistica del territorio, che ha nell’aeroporto Costa Smeralda uno storico attrattore di flussi verso la Gallura e il nord Sardegna. Il primo volo sarà l’Eurowings proveniente da Monaco di Baviera, che atterrerà alle 17.05. Il battesimo dei voli internazionali, la miniera d’oro dello scalo, che simbolicamente avviene con la compagnia aerea protagonista del decollo e mancato atterraggio verso l’aeroporto ancora chiuso per il lockdown di qualche settimana fa.

I numeri. Il turismo ha bisogno di turisti. I numeri fino alla riapertura dello scorso 3 giugno sono stati drammatici. Lo scalo di Olbia, tra lavori sulla pista e pandemia, è rimasto chiuso per quattro mesi esatti, dal 3 febbraio al 3 giugno. Rispetto al 2019 sono stati persi 528 mila passeggeri. Il mese di giugno dell’anno scorso aveva fatto registrare 425 mila arrivi, che quest’anno saranno in minima parte compensati dagli arrivi dei voli in continuità territoriale (pochi) e dai primi collegamenti interni di Volotea e easyJet. Luglio sarà una prima prova del nove, uno dei due mesi centrali dell’estate in cui i turisti internazionali superano la metà degli arrivi totali. Il luglio 2019 aveva fatto registrare 604 mila arrivi al Costa Smeralda, primo aeroporto internazionale della Sardegna e uno dei primi in Italia.

Le compagnie. Da oggi cominceranno ad atterrare aerei provenienti da mezza Europa. Sempre Eurowings, la low cost del gruppo Lufthansa, dal 26 giugno collegherà Olbia con Dusseldorf e dal 28 giugno con Amburgo. Il 27 giugno debutterà anche il collegamento con Hannover di Condor. Ma da luglio ci sarà anche tanta Italia. Grazie soprattutto a Volotea, che inaugurerà una serie di rotte nazionali con destinazioni che dovrebbero incentivare il turismo dalla Penisola. Dal 3 luglio via ai collegamenti con Bologna, Ancona e Pisa. Dal 6 luglio le rotte su Trieste e Pescara, queste ultime due novità assolute. È di poche ore fa la notizia che Alitalia aumenterà i voli in continuità territoriale: su Roma, dagli attuali 4 giornalieri agli 8 a luglio ed agosto e 6 a settembre. Su Milano dagli attuali 6 voli giornalieri ai 10 a luglio ed agosto, per scendere ai 6 a settembre. Volotea ha incrementato, quindi, il numero dei voli. Il bacino di riferimento rimane il nord Europa, con collegamenti importanti con Francia e Spagna. Ma lo scalo, solitamente a trazione internazionale, rileverà una ripresa del traffico domestico. L’obiettivo sarà recuperare numeri importanti anche a settembre e ottobre.

easyJet. Uno dei grandi colpi dell’aeroporto di Olbia, dopo la rivoluzione dei cieli imposta dalla pandemia, è stato ricevere la conferma dell’operativo easyJet. La compagnia inglese dal 14 giugno e fino al 24 ottobre sarà la vera alternativa low cost alla continuità territoriale su Olbia, monopolio di Alitalia, con i collegamenti di Malpensa, che raggiungeranno il picco dei 23 settimanali in piena estate. Poi un giro d’Europa che vede i voli per Amsterdam, 8 luglio, fino a 5 la settimana; Basilea, 3 luglio, fino a 5 voli; Berlino Schönefeld, 3 luglio, fino a 4 voli; Bordeaux, 3 agosto, fino a 2 voli a settimana; Bristol, 4 agosto, fino a 3 voli; Ginevra, 4 luglio, fino a 4 voli; Lione, 1° agosto, fino a 4 voli settimanali; Londra Gatwick, 1° agosto, fino a 11 voli; Londra Luton, 18 luglio; Manchester, 1° agosto; Nantes, 23 luglio; Nizza, 3 agosto; Parigi Charles de Gaulle, 1° agosto; Parigi Orly, 21 luglio. Poi dal 3 luglio Napoli e Venezia, fino a 7 voli la settimana.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes