olbia
cronaca

Olbia, aggressione omofoba ai danni dell'ex poliziotto transgender

Carla Baffi

Un uomo ha tentato di sfondare a pugni la porta della casa di Carla Baffi, insultandola pesantemente. Sono intervenuti i carabinieri 


08 luglio 2021 Tiziana Simula


OLBIA. È la prima volta che subisce un’aggressione verbale da quando ha abbandonato gli abiti maschili e cominciato il suo percorso di transizione per diventare donna. Vittima di pesanti insulti per il suo essere transgender è Carla Baffi, l’ex poliziotto di 55 anni, di cui la Nuova Sardegna ha raccontato la coraggiosa storia di cambiamento. 

Alle sette del mattino di giovedì, è stata raggiunta nella sua abitazione, alla periferia di San Teodoro, da un uomo che abita nei dintorni e che ha tentato di sfondare a pugni la porta della sua casa, insultandola pesantemente dopo che lei ha aperto. «Ero molto spaventata, ho dovuto chiedere l’intervento dei carabinieri – racconta Carla Baffi, ancora scossa – Mi ha apostrofato con frasi come transessuale di m..., con parolacce, e dicendomi di tenere la puzza da transessuale su di me e di non spargerla sulle persone che mi vivono accanto».

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.