Il parco giochi di Aggius porta il nome di Alessio

Tanti bambini alla cerimonia in ricordo del quattordicenne morto in bicicletta Il dono dell’amministrazione all’interno del percorso turistico-naturalistico 

AGGIUS. Un percorso turistico-naturalistico dedicato ad Alessio Pirino, morto ad Aggius nel giugno scorso. Un dono speciale dell’amministrazione comunale, tra storia e natura, il cui fulcro diventa il “Parco Cacadda”: qui è stato messo in funzione un parco giochi intitolato a quel giovane che non c’è più ma che è sempre nel cuore e nella mente di tutti.

Alessio aveva 14 anni e aveva perso la vita nel pomeriggio del 24 giugno scorso dopo essere caduto dalla bicicletta sulla quale si stava divertendo.

L’opera è stata finanziata dall’assessorato ai Lavori pubblici della Sardegna, grazie anche a un lavoro sinergico che ha visto collaborare e operare assieme la giunta regionale, l’Unione dei Comuni Alta Gallura, il Comune di Aggius, tutti i suoi funzionari ed impiegati e la stessa famiglia del ragazzino scomparso. Citata anche da Nicola Muzzu, sindaco di Aggius che ha fatto gli onori di casa, la stessa Comunità Europea. Il progetto che ha portato alla realizzazione del parco giochi, è stato spiegato durante la cerimonia inaugurale, è intitolato “La Città dei centri della Gallura” che prevede nei vari paesi galluresi diversi interventi. Quello di Aggius è un percorso definito di integrazione ambientale che non si fermerà, («almeno per quanto concerne Aggius», ha spiegato il sindaco), nel punto odierno «ma proseguirà verso il Parco Santa Degna con dei luoghi attrezzati in modo tale che chiunque attraversi il territorio aggese si trovi nella possibilità di godere al meglio quanto il territorio possa offrire dal punto di vista naturalistico, paesaggistico, turistico o semplicemente ricreativo». Idee progettuali che prevedono una serie di servizi disseminati sul territorio. Alcuni, peraltro già esistenti, altri in fase di realizzazione, altri ancora da progettare.

Riflessioni, dichiarazioni, progetti, tutti venuti alla luce durante l’inaugurazione del parco giochi preceduta anche dalla benedizione del parroco di Aggius, don Gavinello Cossu. Molto apprezzata e applaudita a lungo dal pubblico la decisione dell’amministrazione comunale di Aggius di far tagliare il nastro inaugurale ai genitori di Alessio.

Fra le tante autorità politiche presenti, oltre diversi sindaci del territorio, sono intervenuti anche Giuseppe Fasolino, assessore alla Programmazione e bilancio e Andrea Biancareddu, assessore della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport. I due rappresentanti dell’esecutivo regionale, hanno ribadito l’impegno per il territorio con l’auspicio che lo stesso «sappia procedere unito».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes