Tribunale a Olbia, il disegno di legge approda in commissione

Il presidente del Comitato civico, Ciriaco Pileri: «Speriamo nella discussione in tempi rapidi»

OLBIA. Il disegno di legge presentato in Senato dalla parlamentare del M5S Elvira Lucia Evangelista, vice presidente della commissione Giustizia al Senato, (nonché avvocato del Foro di Nuoro), per l’istituzione del tribunale a Olbia, prosegue il suo iter. È stato infatti depositato il contenuto del disegno di legge e assegnato alla seconda commissione permanente (Giustizia). Si attende ora la discussione.

Il testo del disegno di legge, (di cui si era parlato nell’agosto scorso) non era stato ancora pubblicato sul sito del Senato, dove compariva solo l’iniziativa della parlamentare pentastellata. Ora invece il contenuto con i suoi cinque articoli è visibile, e il 22 settembre scorso è stato assegnato alla commissione.

In sintesi, il ddl 2322 prevede l’istituzione del tribunale di Olbia con la relativa Procura e la soppressione del tribunale di Tempio Pausania con l’accorpamento del suo territorio al circondario del tribunale di Olbia. A Tempio è invece prevista l’istituzione dell'ufficio di prossimità.

Al tribunale di Olbia e alla rispettiva procura della Repubblica sono assegnati i magistrati e il personale amministrativo e di cancelleria in organico nel tribunale soppresso.

«Ci attendiamo che la discussione in commissione avvenga al più presto e ci auguriamo che tutti i parlamentari sardi vogliano collaborare, con lealtà, all'importante disegno, per migliorare e salvare il tribunale a servizio di tutta la Gallura, lontano da logiche di partito o da vicinanze personali», commenta il presidente del Comitato civico per l'istituzione del tribunale ad Olbia, Ciriaco Pileri.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes