La Nuova Sardegna

Olbia

Palau, i residenti: «Le case popolari cadono a pezzi e ci piove dentro»

di Claudio Inconis

	Le condizioni della palazzina popolare di Palau
Le condizioni della palazzina popolare di Palau

Allarme degli abitanti della palazzina di via Dell’Isolotto: «Cornicioni pericolanti e centraline elettriche immerse nell’acqua piovana»

27 ottobre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





Palau Cornicioni pericolanti e centraline elettriche immerse nell'acqua piovana. Allarme degrado nelle palazzine di via Dell'Isolotto , abitazioni nate su iniziativa dell'allora Istituto autonomo per le case popolari (Iacp) e oggi prese in carico dall'Area. A distanza di trent'anni dalla costruzione, le strutture esterne sono sempre più fragili: nei giorni di pioggia l'atrio di ingresso del palazzo si allaga, invadendo le varie abitazioni e anche il locale con la centralina dei contatori, mentre all'esterno gradini e cornicioni si stanno sgretolando, con evidenti pericoli e disagi per i residenti.

La segnalazione arriva dalla signora Maria Paola Ruggiu, residente nel palazzo, che da anni evidenzia le criticità strutturali ai responsabili dell'Area. «Ogni richiesta d'aiuto e segnalazione inviata agli uffici è stata ignorata, si limitano a chiedere di compilare delle schede ma poi nessuno muove un dito e la situazione peggiora di giorno in giorno senza che nessuno muova un dito. Nel frattempo abbiamo le pareti invase dalla muffa e il rischio che l'impianto elettrico faccia corto circuito, per non parlare dei pezzi di cornicione che ci cadono in testa. Una situazione che, nel caso specifico, è peggiorata dallo stato di salute e dall'impossibilità di intervenire.

«Io sono anziana con problemi di salute e in una situazione simile mi sento in pericolo, ma basta pensare all'acqua che allaga la sala con i contatori e le varie centraline elettriche per capire che il disagio coinvolge tutti i locatari, tant'è vero che abbiamo paura di passare sotto il portico. Siamo stanchi, chiediamo risposte e fatti concreti: bisogna intervenire subito prima che si faccia male qualcuno».

In Primo Piano
Incidente

Scontro fra un’auto e un furgone all’ingresso di Sant’Antioco: muore un 50enne di Carbonia, grave l’altro conducente

Le nostre iniziative