La Nuova Sardegna

Olbia

Guardia costiera

Olbia, pesca illegale di ricci: 2000 esemplari recuperati e rigettati in mare

Olbia, pesca illegale di ricci: 2000 esemplari recuperati e rigettati in mare

Multa di 1000 euro per i pescatori non autorizzati

15 febbraio 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Olbia. Oggi 15 febbraio 2023 i militari della Guardia Costiera di Olbia, in collaborazione e stretta sinergia con la Polizia stradale di Sassari - Distaccamento di Olbia, hanno condotto un’operazione volta a contrastare l’attività di prelievo illecito di esemplari di riccio di mare per mano di pescatori non autorizzati.

Le attività messe in atto hanno permesso il sequestro di circa 2000 esemplari  e di elevare la prevista sanzione amministrativa per un ammontare pari a 1.000,00 euro. Tutto il prodotto ittico, rinvenuto ancora allo stato vitale, è stato caricato su una motovedetta della Guardia Costiera e rigettato in mare, in una zona concordata con l’Area Marina Protetta di Tavolara - Punta Coda Cavallo.

Il Capo Reparto Operativo della Direzione Marittima di Olbia, Capitano di Fregata Rosario Morello, ribadisce che l’attività di repressione del fenomeno della pesca illegale continuerà senza sosta unitamente al controllo costante dell’intera filiera a tutela dei consumatori, dei pescatori professionali e delle risorse ittiche.

Questa attività, che s’inquadra in una mirata e sistematica azione di contrasto alla pesca di frodo ed illecita commercializzazione dei ricci di mare, esprime l’attenzione del Corpo per la salvaguardia dell’ambiente marino e la tutela della biodiversità.

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative