La Nuova Sardegna

Olbia

Tribunale

Porto Cervo, spariti i soldi dei condòmini: l’amministratore dal giudice

Porto Cervo, spariti i soldi dei condòmini: l’amministratore dal giudice

È accusato di aver intascato 129mila euro

16 marzo 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Arzachena La vita nei condomini non è mai semplice, nemmeno in quelli super lusso della Costa Smeralda. Al “Pevero Hill”, a Porto Cervo, la guerra tra alcuni consorziati e l’amministratore del condominio è finita in tribunale. Imputato Antonio Pinna, residente a Olbia, accusato di essersi intascato i soldi versati dai condòmini, complessivamente 129mila euro.

Assistito dall’avvocato Giampaolo Murrighile, Antonio Pinna dovrà difendersi dall’accusa di appropriazione indebita.

La vicenda risale al luglio 2016 e ieri il fascicolo è stato trattato dal giudice Gavina Monni. Il processo si è aperto ma è stato subito rinviato per l’assenza dei due testimoni dell’accusa, due consorziati del condominio Pevero Hill che a suo tempo presentarono querela contro l’amministratore dando vita al procedimento penale. Nei confronti dell’amministratore, il giudice per le indagini preliminari Marco Contu aveva emesso un decreto penale di condanna. Stando alle accuse della Procura, Antonio Pinna si sarebbe intascato una somma complessiva pari a 129mila euro versati dai condomini sul conto corrente del condominio al quale l’amministratore aveva ovviamente accesso e poteva effettuare i movimenti. L’amministratore, stando sempre alle accuse, si sarebbe anche appropriato della documentazione contabile che sarebbe stata più volte richiesta dai condòmini anche con diffida legale, e mai consegnata.

L’imputato respinge ogni accusa: i soldi sarebbero stati effettivamente spesi per lavori di manutenzione o non versati, sostiene il difensore.

«Dimostreremo l’assoluta estraneità ai fatti del mio assistito», dice l’avvocato Murrighile. (t.s.)
 

In Primo Piano
Incidenti

Doppia tragedia della strada: un motociclista muore a Cagliari e una donna a Villasor

Le nostre iniziative