La Nuova Sardegna

Olbia

La città che cresce

Olbia, la ferrovia verso l’aeroporto: ora si preparano gli espropri

di Giandomenico Mele
Olbia, la ferrovia verso l’aeroporto: ora si preparano gli espropri

Pronti 170 milioni del Pnrr, Rfi sta per avviare il cantiere

19 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Olbia Il collegamento ferroviario dalla nuova stazione Olbia-Terranova all’aeroporto Costa Smeralda prosegue a tappe forzate nel suo binario preferenziale. Unico progetto infrastrutturale finanziato ed esecutivo sul territorio con le risorse del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza), si va avanti con l’analisi del tracciato ad opera di Rfi - Rete ferroviaria italiana, la divisione infrastrutturale di Ferrovie dello Stato. Il ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili ha nominato l’ingegner Roberto Pagone, dirigente interno di Rfi, come commissario straordinario per gli interventi infrastrutturali. La stessa Rfi recentemente ha pubblicato l’avvio del procedimento per l’apposizione del vincolo preordinato all’espropriazione o all’asservimento sulle aree interessate dalle opere e la dichiarazione di pubblica utilità per le stesse.

L’impresa Consorzio Stabile Concordia, che si occupa della progettazione di fattibilità tecnica ed economica e dell’esecuzione dei lavori per la realizzazione della nuova linea ferroviaria per l’aeroporto Costa Smeralda, sta inoltrando le richieste per l’accesso a terreni privati per eseguire le attività di esecuzione delle indagini geognostiche, prospezioni geofisiche e sondaggi a carotaggio, con la caratterizzazione dei materiali, e ogni altra azione preparatoria e necessaria per la realizzazione dell’opera.

Prevede la realizzazione di una tratta ferroviaria per circa 3,4 chilometri a semplice binario e non elettrificata, ma con le caratteristiche tecniche necessarie ad una futura elettrificazione per il collegamento tra Olbia e l’aeroporto Costa Smeralda. Il collegamento con la linea esistente avviene mediante la realizzazione di un bivio in direzione della stazione Olbia-Terranova, localizzato alla fine dell’attuale centro abitato, in località Micaleddu, così da garantire anche il collegamento con la linea già esistente in direzione Sassari-Chilivani. Il tracciato presenta inizialmente uno sviluppo in rilevato, per proseguire in galleria per circa 450 metri, fino al passaggio sotto la strada statale 729 (la Sassari-Olbia), per poi svilupparsi attraverso un viadotto in direzione aeroporto. La stazione prevista nello scalo aeroportuale presenterà due binari di servizio in viadotto, così da ridurre la sua impronta a terra con marciapiedi di banchina, coperti da pensiline, estesi circa 200 metri.

Rete ferroviaria italiana (Rfi) è partita in anticipo. Dopo i lavori per una nuova banchina passeggeri nella stazione Olbia-Terranova, sono quindi confermati quelli propedeutici al nuovo collegamento Olbia-Aeroporto Costa Smeralda. In questo modo si aumenterà la capacità della stazione con un ulteriore binario di circolazione, che sarà servito da un sottopasso. I fondi previsti dal Pnrr e già in cassa per la costruzione del nuovo collegamento dalla stazione verso l’aeroporto ammontano a 170 milioni di euro. Il primo punto certo è la data: il cronoprogramma ha previsto la scadenza obbligatoria per il 2026. Per quel termine temporale il collegamento ferroviario dovrà essere completato, con un tracciato che intercetterà anche l'ospedale Giovanni Paolo II, con una banchina dedicata, e proseguirà poi verso l'aeroporto, costeggiando in parte la statale esistente proprio per ridurre l'impatto sul territorio.

Resta ancora incerto, invece, il destino della vecchia stazione ferroviaria con la fermata nel centro di Olbia. Per ora resta operativa, ma in futuro potrebbe essere destinata ad altre funzioni, superando lo stop del treno a pochi metri dalla nuova stazione di via Vittorio Veneto.

Nel cantiere tra via Vittorio Veneto e via Tavolara, intanto, sono già iniziati i lavori per la costruzione di una nuova banchina ferroviaria, da aggiungere a quelle esistenti, inserita all’interno dei lavori per la realizzazione e il completamento della prima fase funzionale dell’arretramento della stazione ferroviaria. La ditta che sta eseguendo gli interventi per conto di Rete ferroviaria italiana, la Salcef construction di Roma, la stessa che ha completato la costruzione della nuova stazione ferroviaria, sta proseguendo i lavori sulla nuova banchina, che consentirà il posizionamento in attesa sui binari di un numero maggiore di passeggeri, in previsione di un aumento a regime del traffico ferroviario sullo snodo olbiese e sarà al servizio dell’infrastruttura, che attualmente dispone di tre binari per il servizio viaggiatori e tre binari dedicati alla circolazione dei treni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Trasporti

Aeroitalia saluta Alghero: «Costi troppo alti impossibile proseguire»

di Claudio Zoccheddu
Sardegna

Sassari, oltre duemila persone in piazza d'Italia per l'Otello

Le nostre iniziative