La Nuova Sardegna

Olbia

Colpo di scena

Il suicidio di Enrico Bacciu a Porto San Paolo: la Procura di Tempio riapre le indagini dopo 5 anni

di Tiziana Simula
Il suicidio di Enrico Bacciu a Porto San Paolo: la Procura di Tempio riapre le indagini dopo 5 anni

I familiari si sono battuti per la riapertura del caso. Mai fatta l’autopsia sul corpo: ordinata l’estumulazione della salma

11 dicembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Olbia A distanza di quasi cinque anni dalla sua morte e dopo un decreto di archiviazione datato 5 marzo 2021, si riapre il caso del suicidio di Enrico Bacciu. Il giovane 39enne si era tolto la vita nella sua abitazione a Porto San Paolo. Un suicidio sospetto quello di Bacciu, in passato imputato per essere il presunto capo di un'associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti con collegamenti con clan camorristici e malavita romana.

La madre e il fratello di Bacciu, assistiti dagli avvocati Fabio Varone e Salvatore Meloni, si sono battuti in questi anni per la riapertura delle indagini. Ora il colpo di scena. Il gip Caterina Interlandi ha ordinato alla Procura di Tempio di compiere nuove indagini, a cominciare dall'estumulazione della salma affinché sia eseguita l'autopsia, accertamento mai fatto.

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative