La Nuova Sardegna

Olbia

Le nuove imprese

Guerra dei brico a Olbia, nuovo punto vendita al centro Gallura

di Giandomenico Mele
Guerra dei brico a Olbia, nuovo punto vendita al centro Gallura

Dopo un lungo braccio di ferro giudiziario via libera del Comune alle società Bricoman Italia e Md 2000

18 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia Un nuovo colosso del bricolage apre a Olbia. Sarà una media struttura di vendita quella sotto le insegne Tecnomat che aprirà al Pozzo Sacro per iniziativa delle società Md 2000 e Bricoman Italia, con la realizzazione di un nuovo punto vendita nella zona industriale di Olbia, precisamente nell’area del centro commerciale Gallura di proprietà della famiglia Dettori.

Una notizia che arriva dopo una lunga battaglia giudiziaria condotta da Bricofer Italia e Ottimax group per impedire l’apertura di una grande struttura di vendita. La società Bricoman Italia ha ricevuto dal Suape del Comune di Olbia la comunicazione di inizio del procedimento unico con una conferenza di servizi per l’avvio dell’attività di una media struttura di vendita, oltre ad interventi di ristrutturazione edilizia, con il permesso a costruire. Un cambio di destinazione d’uso in media struttura di vendita, con riduzione volumetrica e realizzazione di nuove opere, che serve a recepire i rilievi mossi dalla sentenza del Tar, che aveva confermato nel merito quanto era stato stabilito in precedenza con la sospensiva che aveva bloccato la realizzazione del nuovo punto vendita, accogliendo l’appello cautelare promosso da Bricofer group e dalla controllata Ottimax spa, disponendo la sospensione dei lavori per la realizzazione, da parte di Bricoman Italia Srl, di un punto vendita Tecnomat a Olbia, a circa tre chilometri dal punto vendita Ottimax, aperto nel 2014 nella zona industriale.

La pronuncia si basava, infatti, sul fatto che il Tar avesse considerato il progetto di Bricoman ed Md 2000 non finalizzato alla realizzazione di una media struttura di vendita, per cui fosse sufficiente il via libera del Comune, ma una grande struttura di vendita, con superficie superiore ai 2.500 metri quadrati, per la cui autorizzazione sarebbero necessari pareri di altri enti, a cominciare dalla Regione. Predisponendo una superficie di vendita che non dovrebbe superare i 2 mila metri quadrati, Bricoman e Md 2000 riescono così a portare a casa un nuovo punto vendita che andrà a occupare parte dei locali lasciati liberi dal centro Cash, il colosso del commercio all’ingrosso della famiglia Ibba, che si è trasferita in una nuova sede sempre in zona industriale. 

Elezioni regionali 2024
Il voto

Elezioni regionali, i dati sull’affluenza alle 19: 44,1 per cento

Le nostre iniziative