La Nuova Sardegna

Olbia

Il cantiere

Acciona, maxi appalto in Gallura per le reti idriche colabrodo

di Giandomenico Mele
Acciona, maxi appalto in Gallura per le reti idriche colabrodo

Abbanoa ha affidato all’impresa spagnola gli interventi per ridurre le perdite in 15 comuni

23 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Olbia L’impresa spagnola Acciona Agua rinnoverà le condotte idriche in Sardegna. Abbanoa ha assegnato alla società di ingegneria, costruzioni e infrastrutture di Madrid gli interventi finalizzati alla riduzione delle perdite idriche e alla distrettualizzazione delle reti idriche in 15 comuni: Olbia, Tempio, Bosa, Budoni, Cabras, La Maddalena, Nuoro, Porto Torres, San Teodoro, Sassari, Selargius, Sestu, Siniscola, Sorso e Terralba. Al bando per l’importo di quasi 43 milioni di euro hanno partecipato altre sette società concorrenti.

Abbanoa ha quindi assegnato al colosso spagnolo la maxi-gara d’appalto che rivoluzionerà il servizio idrico in 15 tra i Comuni con i più alti tassi di dispersione idrica, grazie agli investimenti dei fondi del Pnrr destinati a interventi finalizzati alla riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio delle stesse. I progetti preliminari definiti dai tecnici di Abbanoa si erano aggiudicati i 50 milioni di euro dei fondi Pnrr lo scorso agosto tramite il bando del ministero delle Infrastrutture: un risultato importante per la Sardegna, alla quale è stato assegnato quasi il 20 per cento dei 265 milioni di euro disponibili per l’intero Mezzogiorno.

I tecnici di Abbanoa avevano predisposto la documentazione per consentire all’Egas, ente di governo d’ambito della Sardegna, di partecipare al bando come soggetto proponente. Successivamente Abbanoa ha affidato i servizi tecnici relativi alla progettazione definitiva ed esecutiva: elaborati che hanno ottenuto il via libera dall’Egas, consentendo di procedere con l’indizione della gara. Abbanoa, oltre ad aver predisposto i progetti, figura anche come soggetto attuatore e cofinanziatore con 3,9 milioni di euro aggiunti dai fondi del proprio bilancio.

Le risorse ottenute dal Pnrr si aggiungono a ulteriori 68 milioni di euro già a disposizione di Abbanoa tramite altri canali di finanziamento. Il programma finanziato con i fondi del Pnrr interessa i centri urbani di 15 Comuni dove si procederà alla riqualificazione delle reti idriche, mediante una serie di interventi manutentivi riguardanti prevalentemente la sostituzione di condotte esistenti e il rifacimento degli allacci alle varie utenze collegate, ma anche l’ingegnerizzazione e la distrettualizzazione delle reti idriche. I lavori andranno avanti per circa un anno e mezzo.

I progetti sono frutto del programma di ingegnerizzazione delle reti idriche che Abbanoa sta portando avanti negli ultimi anni. Lo studio delle reti ha consentito di individuare le criticità da aggredire che sono alla base dei progetti d’intervento presentati. Tali attività sono state finalizzate inoltre alla formulazione di protocolli, prescrizioni e soluzioni tecniche per l’efficientamento idraulico, energetico e gestionale (ingegnerizzazione) delle reti idriche di distribuzione, sviluppati partendo da rilievi in campo, ricerca perdite, modellazioni idrauliche di dettaglio delle reti ed altre attività finalizzate a valutare gli interventi necessari e concorrenti alla riduzione delle perdite. 

Elezioni regionali 2024
I sardi alle urne

La Sardegna va a votare: seggi aperti dalle 6,30 alle 22

Le nostre iniziative