La Nuova Sardegna

Olbia

L’iniziativa

Un murale a Olbia per ricordare Vincent Plicchi, collaborerà anche Salmo

Un murale a Olbia per ricordare Vincent Plicchi, collaborerà anche Salmo

Il giovane di 23 anni si tolse la vita su Tik Tok, vittima di cyberbullismo

07 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Olbia La voce si spezza nel pianto. E nella sala giunta, dove è appena cominciata una conferenza contro il cyberbullismo, gli sguardi si abbassano. Le lacrime scendono sul viso di Matteo Plicchi , i singhiozzi interrompono le parole, il suo dolore è infinito. Suo figlio Vincent, il 9 ottobre scorso, si è suicidato in diretta su TikTok a 23 anni perché accusato ingiustamente in rete di pedofilia. Nel suo ricordo, ma anche per lanciare un messaggio profondo ai giovani, affinché non si isolino, affinché chiedano aiuto se si sentono in pericolo, a Olbia verrà realizzato un murale, in via della Refezione. A pochi passi da quel lungomare che Vincent tanto amava e sul quale aveva anche lavorato durante il periodo del cantiere aperto. L’opera verrà creata da due street artist molto conosciuti: Elvis “Mambo” Pregnolato e Massimiliano Landuzzi, nome d’arte Rusty, che ha preso parte alla conferenza organizzata dal sindaco.

E proprio Settimo Nizzi ha ricordato il suo forte legame con la famiglia Plicchi. «Prima ho conosciuto il padre, poi Matteo che è anche un grande amico. Ora Olbia ricorderà suo figlio Vincent con un murale e attraverso quest’opera la città intera si schiererà contro il cyberbullismo, ma nello stesso tempo guarderà avanti dando ai giovani un messaggio di speranza». «Vogliamo far capire la pericolosità di questo fenomeno. Mio figlio Vincent - continua Matteo Plicchi - era un ragazzo solare. Ed era anche super creativo, aveva una voce stupenda e faceva ridere. E questa sua personalità così positiva era racchiusa nel personaggio che aveva creato, “Inquisitor Ghost”. Pure io avevo aperto un profilo TikTok per vedere che cosa facesse e mi sono reso conto di quanto fosse divertente, tanto da avere 300mila follower. A qualcuno, però, aveva rubato lo scenario e hanno cominciato ad accanirsi contro di lui accusandolo di adescare minori. Il 9 ottobre il suo addio alla vita».

Matteo Plicchi non si dà pace. Continua a chiedere giustizia. «Per mesi a mio figlio sono stati mandati messaggi di morte e chi ha organizzato il complotto resta impunito. In attesa di una legge in Italia sul cyberbullismo, mi rivolgo ai ragazzi, come Vincent, che non hanno il coraggio di chiedere aiuto: fatelo, senza esitare». Massimiliano “Rusty” Landuzzi e Mambo, useranno solo bombolette spray «e in dieci metri di muro ricorderemo Vincent e lanceremo un messaggio contro il cyberbullismo per fare in modo che nessun altro genitore si trovi nella situazione di Matteo Plicchi». Un altro murale verrà realizzato a Bologna, dove Vincent era nato, sempre dagli artisti che lavoreranno a Olbia. Salmo sarà al loro fianco e pure lui ricorderà un ragazzo che era anche un suo grande fan. Intanto, in occasione della giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo e in concomitanza con la giornata internazionale della sicurezza in rete, 400 studenti e i loro insegnanti parteciperanno nella sede centrale dell’istituto superiore Amsicora a una mattinata di approfindimenti su questi fenomeni con interventi di professionisti esperti. (s.p.)

In Primo Piano
Trasporti

Il volo Napoli-Alghero cancellato nella notte, Ryanair lascia i passeggeri a terra

di Enrico Carta
Le nostre iniziative