La Nuova Sardegna

Olbia

Elezioni regionali

Olbia, il Pd guarda al futuro: «Primo partito in Gallura, riprendiamoci i Comuni»


	Un momento dell'incontro nella sede del Pd (foto Vanna Sanna)
Un momento dell'incontro nella sede del Pd (foto Vanna Sanna)

L’analisi del voto dopo il 19% nella circoscrizione e il 23% in città. Giuseppe Meloni: «Il nostro successo dato inconfutabile»

02 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia. Il risultato portato a casa in Gallura, nella roccaforte del centrodestra, dà la carica al Partito democratico anche in vista dei futuri appuntamenti elettorali. Questa mattina, sabato 2 marzo, la segretaria gallurese Mariangela Marchio ha fatto il punto della situazione dopo il 19% ottenuto nella circoscrizione e il 23% incassato a Olbia alle regionali del 25 febbraio. «Il Pd è il primo partito in Gallura – dice Marchio - grazie ai nostri candidati e a un progetto credibile. Continueremo a lavorare nei territori».

Il presidente regionale del Pd Giuseppe Meloni, rieletto consigliere con più di 6.700 voti, guarda al futuro. «Il successo del Pd in Gallura è un dato inconfutabile – dice, riferendosi poi alla nuova Provincia gallurese -. Rinascerà come ente e con un Pd forte. Ma guardiamo anche alle amministrative. Dobbiamo ripartire da questo risultato per riprenderci i Comuni e ricostituire i circoli elettorali. Metteremo a disposizione del territorio competenza, serietà e sobrietà». Sulla stessa linea Ivana Russu, consigliera comunale di Olbia e ancora in bilico per l’ingresso in consiglio regionale. «In città abbiamo ottenuto un risultato straordinario – dice -. Olbia è una città contendibile e il Pd può tornare a riprendersi la città, da qui a due anni». Presenti all’incontro anche gli altri candidati galluresi alle regionali di domenica scorsa: Emiliano Deiana, Tiziana Cirotto, Fabio Fresi e Claudia Filippeddu.

Il lutto

Tragedia sulla Alghero-Bosa, ecco chi erano Riccardo Delrio e Gianluca Valleriani

Le nostre iniziative