La Nuova Sardegna

Olbia

Il caso

Olbia, ancora allarme cinghiali: ferito un cane al guinzaglio

Olbia, ancora allarme cinghiali: ferito un cane al guinzaglio

È accaduto tra Poltu Cuadu e Zona Bandinu. Prosegue la raccolta firme rivolta alle istituzioni: «Risolvete il problema»

10 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Olbia. In città è ancora allarme cinghiali. Sono in particolare due i quartieri cerchiati di rosso: Poltu Cuadu e Zona Bandinu. E proprio in una area compresa tra i due rioni, nei giorni scorsi, un branco di cinghiali ha aggredito e gravemente ferito un cane. Si trovava al guinzaglio della sua padrona: fuggito, il cane è stato infine raggiunto da due cinghiali. Ricoverato in una clinica veterinaria, l’animale è stato operato.

Non è il primo caso, comunque. Sono diversi i cani aggrediti dai cinghiali nel corso degli ultimi mesi a Olbia. A essere ferita, alcune settimane fa, addirittura una donna. Per questo a Poltu Cuadu c’è chi ha lanciato una petizione per chiedere un intervento delle istituzioni. «Non proponiamo soluzioni, la competenza non è la nostra, chiediamo solo che venga affrontato ed eliminato il problema» spiega l’avvocato Christian Cicoria, il promotore della petizione. Le firme raccolte sono ormai 700.

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative