La Nuova Sardegna

Olbia

Rigenerazione

I murales nelle cabine elettriche: così l’arte urbana colora San Teodoro


	Il Collettivo sconosciuto: da sinistra Michele Mameli, Maria Aramu, Vittorio Massimo Agus e Manuel Pais De Sousa
Il Collettivo sconosciuto: da sinistra Michele Mameli, Maria Aramu, Vittorio Massimo Agus e Manuel Pais De Sousa

Al via il progetto “In luce” promosso dall’associazione Frammenti insieme al Comune

14 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





San Teodoro. Si chiama “In luce” e si tratta di un progetto di arte urbana condivisa sviluppato dall’associazione culturale Frammenti. L’obiettivo è quello di ripristinare le cabine elettriche dell’Enel e trasformarle da strutture decadenti in edifici artistici, attraverso la tecnica dei murales. «L’arte – spiegano dall’associazione – passa così dall’essere elemento di decoro a protagonista che interagisce attivamente con l’ambiente circostante attraverso l’espressione di differenti linguaggi visivi contemporanei». Saranno valorizzate le cabine di via dei Gerani, a cura di Mara Damiani, del parco Li Menduli, a cura di Mauro Patta, e del parco Lu Licciu, a cura del Collettivo sconosciuto. Nel progetto sono coinvolti attivamente anche gli studenti della scuola media dell’Istituto comprensivo San Teodoro.

Il tema è quello della natura «come fonte di vita e bellezza, rappresentata sia in forma didascalica che in forma simbolica». Il progetto “In luce” punta così a sviluppare un itinerario artistico permanente che caratterizzi il territorio e creando «un circuito d’interesse per i visitatori durante tutto l’anno». Un lavoro voluto dall’amministrazione comunale e in particolare dell’assessorato al Turismo guidato da Luciana Cossu. «Grazie alla collaborazione dell’amministrazione – spiegano da Frammenti – abbiamo potuto offrire al pubblico una piattaforma per apprezzare il lavoro di talentuosi artisti locali e internazionali, stimolando il dialogo e l’interazione tra le diverse forme di espressione artistica e la comunità stessa. Siamo certi che l’evento avrà un impatto positivo non solo sul panorama culturale locale, ma contribuirà anche a rafforzare il tessuto sociale, creando connessioni significative e incoraggiando la partecipazione attiva di individui di tutte le età e provenienze». A contribuire al progetto è anche E-distribuzione.

L’associazione culturale Frammenti organizza, gestisce e sviluppa progetti in ambito artistico per valorizzare il territorio sardo. È composta da Luca Mura, direttore artistico, da Andrea Mignogna, che si occupa di fotografia e reportage, e da Alexandra Goddi, che si occupa invece di grafica e comunicazione.

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative