La Nuova Sardegna

Olbia

Politica

Alessandro Fiorentino: «Così abbiamo ridotto la Tari nel Comune di Olbia»

di Giandomenico Mele
Alessandro Fiorentino: «Così abbiamo ridotto la Tari nel Comune di Olbia»

L’assessore al Bilancio spiega la manovra. Le critiche dell’opposizione

01 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Olbia Per la prima volta nella storia di Olbia la Tari, la tassa sui rifiuti del Comune, è in discesa. Una diminuzione della tariffa che entra negli annali dell’amministrazione, come annunciato in consiglio comunale dall’assessore al Bilancio, Alessandro Fiorentino. «Abbiamo rinnovato le tariffe della Tari per l’anno in corso, un risultato storico visto che per la prima volta diminuiscono sia quelle per le utenze domestiche che quelle per le attività produttive – spiega Fiorentino -. Un calo che può andare dal 2 all’8% rispetto all’anno scorso, con una variazione che dipende dalla superfice dei locali e dal numero di occupanti».

A questo risultato si arriva grazie al “combinato disposto” della lotta all’evasione e al sommerso e della crescita demografica. «Un risultato che è stato possibile raggiungere, mantenendo lo stesso livello dei servizi, grazie all’ampliamento della base imponibile, con 1853 utenze domestiche in più – sottolinea ancora l’assessore al Bilancio –. Da una parte ci sono 981 utenze scoperte attraverso il lavoro dell’ufficio tributi, utenze in nero che non pagavano la Tari pur producendo rifiuti. Poi ci sono i nuovi residenti. Confermiamo le due rate, con scadenza il 30 settembre e il 31 dicembre».

Gli importi dell'imposta destinata a finanziare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che ammonta a circa 18 milioni e 800 mila euro, per quest'anno e per il prossimo sono stati ridotti con oscillazioni tra 2 e 8%, con un risparmio, per esempio, di circa 40 euro per un solo residente che occupi un immobile di 70 metri quadri e di oltre 77 euro per alberghi con ristorante, grandi 500 metri quadri. «Siamo felici, perché si tratta di un risultato storico per la città – continua Fiorentino –. Questa è la risposta alle polemiche recenti su assessori più o meno classificati, rispondiamo col lavoro e chiudiamo qui il discorso. In un periodo in cui l'inflazione pesa sulle finanze dei cittadini, ci siamo impegnati non solo a mantenere la tassa invariata, come lo scorso anno, ma addirittura a ridurla».

«Il nostro gruppo ha deciso di astenersi, volendo premiare gli effetti concreti del lavoro di ricerca per portare allo scoperto gli utenti sfuggiti per anni ai controlli», ha sottolineato il capogruppo di Liberi Insieme, Davide Bacciu. Critica la consigliera di Olbia Democratica, Maddalena Corda, che ha denunciato la poca efficacia dei controlli e la mancata autorizzazione da parte del Comune all'installazione delle foto-trappole per individuare coloro che non rispettano le regole e aumentano l’incidenza del sacchetto selvaggio in tutta la città. «Siamo d'accordo con la riduzione delle tariffe, a condizione che questo non comporti una riduzione dei servizi – ha detto la consigliera Corda, ponendo poi l’attenzione sulla situazione delicata della zona di Sa Corroncedda –. Cinque anni fa l’annuncio che l'area sarebbe diventata un parco, ma ancora è rimasta una discarica a cielo aperto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative