La Nuova Sardegna

Olbia

Ambiente

Porto San Paolo, restituite ai litorali sei tonnellate di rocce, sabbia e conchiglie

Porto San Paolo, restituite ai litorali sei tonnellate di rocce, sabbia e conchiglie

Al via la seconda edizione del progetto “Riportami al mare”. Il materiale era stato sequestrato ai controlli di sicurezza dell’aeroporto di Olbia

31 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Loiri Porto San Paolo. La piazzetta di Porto San Paolo e l’isola di Tavolara sullo sfondo, questa mattina, sabato 31 maggio, hanno ospitato l’incontro di presentazione della seconda edizione di “Riportami al mare”, un progetto che prevede la reimmissione in natura di oltre 6 tonnellate di rocce, sabbia e conchiglie sequestrate ai controlli di sicurezza dell'aeroporto di Olbia negli ultimi cinque anni grazie al lavoro degli enti di Stato preposti e dal personale di sicurezza aeroportuale. “Riportami al mare” è nato nel 2019 grazie a un protocollo di intesa tra Geasar, Consorzio di gestione dell'Amp di Tavolara-Punta Coda Cavallo, Enac, corpo forestale e l'assessorato regionale all'Ambiente, con l'obiettivo di coordinare gli sforzi per tutelare l'ambiente e ripristinare i litorali.

Quest'anno l'ingente quantitativo di materiale naturale confiscato e reimmesso in natura si aggiunge alle oltre 10 tonnellate di materiale “restituito” durante la prima edizione del progetto. Il riposizionamento nelle spiagge è stato effettuato dopo un dettagliato lavoro di classificazione svolto dai biologi dell'Amp di Tavolara. All’incontro hanno partecipato Massimo Canu, presidente dell'Amp, Silvio Pippobello, ad di Geasar e Sogeaal, Francesco Lai, sindaco di Loiri Porto San Paolo, Rita Deretta, sindaca di San Teodoro, il capitano Carlo Lazzari della guardia di finanza di Olbia e Maurizio Condoleo, responsabile della Sezione operativa territoriale di Olbia dell’Agenzia delle Dogane.

Il progetto "Riportami al mare" prevede anche una campagna di comunicazione specifica, con pannelli informativi e un video trasmesso sui monitor dell'aerostazione e sui social media dei soggetti coinvolti, per sensibilizzare i passeggeri in arrivo all'aeroporto di Olbia sull'importanza della tutela e conservazione dei litorali. “Riportami al Mare” rientra nelle iniziative dell'aeroporto di Olbia per la sostenibilità ambientale, in linea con il piano di sostenibilità aziendale, che include eventi e campagne di sensibilizzazione rivolte ai passeggeri e alla comunità locale sulla preservazione dei mari e della biodiversità.

In Primo Piano
L’oro agli Europei

Intervista a Filippo Tortu: «Bandiere sarde e Mattarella, che bello vincere così»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative