La Nuova Sardegna

Olbia

I lavori

Olbia, a settembre due nuove palestre: più spazi anche per le società

di Dario Budroni

	La mensa e la palestra in costruzione in via Vignola
La mensa e la palestra in costruzione in via Vignola

I cantieri nelle scuole di via Vignola e via Veronese. Riqualificato l’impianto di via Frosinone

07 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Olbia. Impalcature, transenne e cemento armato. I lavori avanzano e l’obiettivo è terminare tutto entro il prossimo settembre. La città si ritroverà così con tre nuove palestre scolastiche. O meglio: due nuove di zecca, in via Vignola e in via Veronese, e una terza totalmente riqualificata, in via Frosinone. Una buona notizia per gli studenti, innanzitutto, ma anche per tutte quelle società sportive che ancora faticano a trovare spazi adeguati dove far allenare i propri atleti. Le tre palestre, infatti, saranno messe a bando e potranno essere utilizzate negli orari pomeridiani e serali. Tutto questo mentre proseguono gli interventi all’interno del campo Angelo Caocci – nel parco Fausto Noce – e in via Nervi, dove il Comune sta riqualificando le strutture esistenti e realizzando nuovi impianti per ridisegnare un po’ la mappa delle strutture sportive cittadine. In attesa naturalmente del nuovo palazzetto dello sport, che sarà tirato su in zona Sa Minda Noa con i fondi del Pnrr.

Le palestre. In via Veronese da tempo il Comune sta realizzando un moderno e tecnologico plesso scolastico: materna, elementari e medie, per un investimento di oltre 9 milioni di euro (più il rialzo per via dei costi delle materie prime). Non solo aule e corridoi: in via Veronese si sta costruendo anche una palestra. Così come nella vicina via Vignola, dove il Comune completerà nei prossimi mesi una sala mensa e un’altra palestra, per un intervento di 1 milione e 800mila euro. Una struttura, quest’ultima, che farà parte del quarto circolo e quindi della storica elementare di via Vignola, una delle più popolose della città. Infine via Frosinone: la palestra dell’istituto comprensivo esisteva già, ma con 320mila euro il Comune ha cambiato pavimentazione, impianti e infissi. «Le scuole dell’obbligo sono chiamate a potenziare sempre più le attività di educazione fisica – sottolinea l’assessora alla Pubblica istruzione Sabrina Serra –. Stiamo realizzando interventi importanti. Sappiamo che altre scuole sono ancora sprovviste di palestre e che c’è ancora tanto da fare soprattutto negli spazi esterni di alcune strutture. In diverse scuole stiamo però intervenendo. Negli ultimi anni abbiamo investito decine di milioni di euro e l’obiettivo è andare avanti. Le nuove palestre, comunque, potranno essere utilizzate anche dalle associazioni sportive. Insomma, stiamo creando nuovi spazi per tutta la comunità».

Impianti sportivi. Poi c’è il discorso sul resto degli impianti. Da mesi il Comune ha chiuso lo stadio Caocci, dove sta realizzando una tribuna coperta, nuovi spogliatoi e un nuovo manto. Un lavoro importante che ha però scatenato anche qualche polemica. Secondo il Pd, per esempio, il Comune non si sarebbe dato da fare per trovare uno spazio alternativo alle diverse società che utilizzavano il Caocci per gli allenamenti. A dover trovare nuove sistemazioni, spesso anche fuori dai confini comunali, circa mille atleti. Ruspe presenti anche in via Nervi, dove l’amministrazione sta realizzando un complesso polivalente con un campo da calcio e una pista di atletica a sette corsie. Infine c’è il progetto finanziato dal Pnrr per il palazzetto di Sa Minda Noa. L’esecutivo è stato presentato e per il via ai lavori non dovrebbe mancare molto.

In Primo Piano
Incidente stradale

Tragedia a Pula: investe un cervo con lo scooter, cadendo batte il capo e muore

Le nostre iniziative