Lo stop ai diserbanti può attendere

Il consiglio provinciale non ha approvato la mozione di Ghisu (Pd) sul loro utilizzo

ORISTANO. I diserbanti chimici possono attendere. Per ora vanno bene quelli che vengono attualmente utilizzati, evidentemente. In consiglio provinciale la mozione presentata dal Partito democratico (primo firmatario Battista Ghisu) non ha ottenuto la maggioranza qualificata e di conseguenza verrà reinserita nell’ordine del giorno dei lavori. Eppure le premesse, vista l’estrema attualità dell’argomento, lasciavano intendere che il Consiglio si sarebbe trasversalmente espresso per bandire , o comunque ridurre drasticamente, l’utilizzo dei diserbanti chimici per la pulizia delle cunette nelle strade sulle quali ha la competenza. Circa duemila chilometri d rete viaria. Ma non è andata così.

Ghisu aveva posto un problema di estrema attualità. Aveva sollevato pesanti interrogativi sull’utilizzo di sostanze ritenute pericolose per la salute umana ma anche per l’habitat naturale. L’obiettivo era la modifica della lista dei prodotti utilizzati per la pulizia delle cunette, visto che quelli attualmente in uso non darebbero garanzie per il mantenimento dell’habitat e potrebbero comportare serie conseguenze per la salute ma anche per le specie selvatiche e per gli allevamenti.

Durante il dibattito sono emersi pareri contrastanti. A favore, oltre che il consigliere proponente la mozione, Battista Ghisu, si sono espressi i suoi compagni di partiti Mario Tendas, Giangavino Buttu, Roberto Scema e Francesco Federico, il presidente del consiglio Mauro Solinas, Efisio Trincas del PSd’Az, Stefano Figus, Indipendente, e Serafino Oppo del Pdl. Hanno votato contro il presidente della giunta Massimiliano De Seneen, i consiglieri Mario Olla e Egidio Loi del Pdl, Alfredo Mameli di Fortza Paris, Gabriele Basciu e Andrea Casu dei Riformatori.

Così la situazione resta invariata, come l’elenco delle sostanze ammesse per la pulizia delle cunette. Fino a quando l’utilizzo sarà contemplato dalle autorizzazioni ministeriali, i diserbanti continueranno a essere utilizzati.

Dell’utilizzo dei diserbanti si dovrà dunque riparlare. Nei giorni scorsi, l’eccessivo utilizzo di queste sostanze chimiche era stato al centro delle perplessità di noti esperti del settore. Ad usarli non è solo la Provincia: ci sono anche altri enti, come l’Anas, i Consorzi di bonifica, i Comuni e l’Arst, persino nella tratta del “trenino verde”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes