La Nuova Sardegna

Oristano

ALES

L’acqua negata a Zeppara, interviene la minoranza

ALES. L'approvvigionamento idrico di Zeppara con l'acqua del Monte Arci, oggetto di un' interrogazione della minoranza. Il documento è rivolto, in particolare, all'assessore e vice sindaco Benvenuto...

29 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ALES. L'approvvigionamento idrico di Zeppara con l'acqua del Monte Arci, oggetto di un' interrogazione della minoranza. Il documento è rivolto, in particolare, all'assessore e vice sindaco Benvenuto Cotza al quale i consiglieri di minoranza chiedono «Il motivo per il quale l'Assessore, nell'arco degli ultimi 11 mesi non sia stato coerente a tutto il suo percorso degli ultimi sette anni, attuando quanto a lungo perseguito e oggi nella sua facoltà: la semplice manovra su due saracinesche nei depositi di Ales e Zeppara».

«Che la rete idrica sia fatiscente e andrebbe rifatta lo sappiamo da tempo – precisa il consigliere Francesco Mereu responsabile per le frazioni– chiediamo solo che l'assessore mantenga quanto ha promesso, cioè che con un semplice accorgimento tecnico avrebbe erogato l'acqua ai cittadini di Zeppara». Una questione che non è certamente nuova, come ben noto è il problema della rete idrica della frazione, ormai fatiscente e ridotta ad un colabrodo. Sempre in relazione alla questione dell'acqua per Zeppara, la minoranza, facendo riferimento a quanto accaduto anni addietro durante l'amministrazione Trudu, chiede: «se oggi il vicesindaco Cotza ha sposato la tesi dell' allora amministrazione Trudu in relazione alla fatiscente rete idrica di Zeppara e, inoltre, se l'assessore ha rinunciato alla sua forte convinzione, fino al punto di voler far cadere l'amministrazione, di voler dividere “quel tozzo di pane” sinonimo di uguaglianza tra i cittadini di Ales e Zeppara» Per gli interroganti basterebbe l'apertura di una valvola per risolvere l'annosa questione.

Ivana Fulghesu

In Primo Piano
Cronaca

Sassari, tenta di uccidere un uomo col camion: lui arrestato, il 54enne è gravissimo in ospedale

di Gianni Bazzoni
Le nostre iniziative