La Nuova Sardegna

Oristano

Rifiuti dalla spiaggia alla discarica abusiva

Rifiuti dalla spiaggia alla discarica abusiva

I carabinieri e i vigili urbani sono intervenuti a Porto Alabe, nella marina di Tresnuraghes

29 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





TRESNURAGHES. Rifiuti stoccati in un terreno privato anziché portati nel luogo di smaltimento. Ieri mattina i carabinieri di Tresnuraghes sono intervenuti a Porto Alabe dopo che un mezzo della ditta Podda Ecologica di Villasor, aveva “appoggiato” un cumulo di rifiuti, appena raccolti in spiaggia, in un terreno risultato di un privato. La ditta Podda Ecologica , da qualche mese gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per l’Unione dei comuni della Planargia e Montiferru occidentale, servendo dieci comuni: oltre che Tresnuraghes, Flussio, Magomadas, Modolo, Montresta, Sagama, Scano Montiferro, Sennariolo, Suni, Tinnura.

L’intervento dei carabinieri e della polizia locale è stato sollecitato dal consigliere comunale Antonio Moretti (Pd), che ha praticamente assistito all’arrivo del mezzo della ditta nel terreno. I carabinieri hanno identificato i dipendenti della ditta, stilato un verbale, trasmesso alla compagnia di Ghialarza che già in serata ha attivato il Noe, il Nucleo operativo ecologico.

Sempre ieri sera, la Podda Ecologica ha fatto arrivare da Cagliari un mezzo speciale “ragno”, sul quale sono stati caricati i rifiuti che erano stati lasciati nel terreno.

Tutto la vicenda è ora sotto l’attenta lente dei carabinieri di Tresnuraghes e Ghilarza, il cui comandante, capitano Alfonso Musumeci, segue gli sviluppi. Oggi a Porto Alabe arriveranno gli esperti del Noe, specializzato in reati ambientali. Bisognerà capire intanto perchè quei rifiuti siano stati portati in un’area privata, e anche la qualità dei rifiuti e la idoneità a trasportarli dei mezzi della ditta Podda Ecologica coinvolti. Infatti, secondo il Codice dell’ambiente, ogni singolo mezzo utilizzato per il trasporto dei rifiuti deve presentare specifiche caratteristiche: gli accertamenti dovranno evidenziare se nelle condotte messe in atto ieri mattina a Porto Alabe siano ravvisabili illeciti di tipo amministrativo o penale. Sarà rilevante quindi capire esattamente il tipo di rifiuti trasportato e la provenienza.

L’appalto che la Podda Ecologica ha vinto è superiore agli 800mila euro annui. Alcuni costi sono a carico dell’Unione dei comuni, come lo spazzamento meccanico delle strade, e altri, quelli riguardanti la pulizia degli arenili, sono in capo ai comuni di Tresnuraghes e Magomadas.

Oggi si conosceranno più elementi, ma intanto, Antonio Moretti, ha annunciato che presenterà una interrogazione per capire se il Comune di Tresnuraghes e l’Unione dei comuni siano a conoscenza di questo modo di operare. «Vorrei poi ricordare – ha aggiunto Moretti – che per la pulizia dell’arenile i comuni di Tresnuraghes e Magomadas stanziano una somma piuttosto rilevante, che evidentemente include anche il corretto smaltimento di quanto raccolto in spiaggia».(si.se.)

In Primo Piano
Soccorso

Porto Torres, cade in mare dal molo e non riesce a risalire: salvato da un passante che lo sente urlare

Le nostre iniziative