La Nuova Sardegna

Oristano

TRESNURAGHES

Rifiuti stoccati a Porto Alabe, indagano i Noe

Rifiuti stoccati a Porto Alabe, indagano i Noe

TRESNURAGHES. Sono in corso attente verifiche dopo lo stoccaggio dei rifiuti, raccolti lungo la spiaggia di Porto Alabe, a lato di una stradina sterrata vicino all’arenile della marina di...

30 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





TRESNURAGHES. Sono in corso attente verifiche dopo lo stoccaggio dei rifiuti, raccolti lungo la spiaggia di Porto Alabe, a lato di una stradina sterrata vicino all’arenile della marina di Tresnuraghes. Indagini condotte dai Carabinieri del paese, che sono intervenuti insieme ai vigili urbani su segnalazione del consigliere comunale Antonio Moretti. Mentre da un mezzo della ditta Podda Ecologica, che si occupa della raccolta e smaltimento in paese e nella zona, con in carico anche la pulizia della spiaggia di Porto Alabe, detriti e sabbia venivano “appoggiati” in un terreno privato. Già nella serata di mercoledì la Podda Ecologica aveva provveduto a far arrivare da Cagliari un mezzo speciale su cui caricare i rifiuti. Ma le indagini dei Carabinieri di Tresnuraghes e della Compagnia di Ghilarza, al comando del capitano Alfonso Musumeci, non si sono evidentemente fermate all’identificazione delle persone presenti ed alla raccolta di elementi sul campo. Già ieri infatti sono state sentite diverse persone, per accertare in particolare se la società ha prestato assenso a stoccare, anche temporaneamente, i rifiuti a bordo strada, oltre che per capire di che natura questi fossero. Verifiche che porteranno a stabilire se sia stato commesso un eventuale illecito di natura amministrativa o penale. Sul punto stanno lavorando i carabinieri del Nucleo operativo ecologico che la settimana prossima dovrebbero inviare un rapporto ai colleghi di Ghilarza. In paese, l’opposizione consiliare ha già annunciato un’ interrogazione.

Alessandro Farina

In Primo Piano
La polemica

Pro vita e aborto, nell’isola è allarme per le nuove norme

di Andrea Sin
Le nostre iniziative