Ghilarza, una palestra fatiscente

GHILARZA. Né risposte scritte né dibattiti in consiglio comunale, ma fatti concreti. Questo chiede in un’interrogazione la minoranza per mettere fine ai problemi di praticabilità segnalati da alcuni...

GHILARZA. Né risposte scritte né dibattiti in consiglio comunale, ma fatti concreti. Questo chiede in un’interrogazione la minoranza per mettere fine ai problemi di praticabilità segnalati da alcuni cittadini sulle condizioni della palestra della scuola primaria Antonio Gramsci. I consiglieri Antonio Piras, Piero e Raffaela Onida, Gianpietro Citizia e Gioele Pinna descrivono una struttura fatiscente «Con la presenza di diverse pozze d’acqua e umidità nelle pareti», e invocano provvedimenti immediati per ripristinare condizioni ambientali ottimali. «Il problema si presenta con cadenza annuale – scrive l’opposizione –. A oggi si continua a fingere di non conoscere la situazione nonostante le numerose segnalazioni». E chiedono «Che la situazione venga trattata con la debita attenzione, che il problema sia posto al centro delle vostre priorità e che in tempi brevi si trovino soluzioni». Soluzioni che sembrano già essere a portata di mano della giunta. «Già cinque anni fa avevamo presentato un progetto e quest’anno la Regione ci ha concesso un finanziamento di 300mila euro che ci trasferirà nel 2015» annuncia il sindaco Stefano Licheri, che accusa: «Forse i consiglieri di minoranza non vogliono che l’argomento sia discusso in Consiglio perché quando alcuni di loro amministravano furono rimossi i tiranti dalla tensostruttura e costruiti i muri e si è creato un avvallamento nella copertura. Noi l’anno prossimo rifaremo il tetto in legno». (mac)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes