Circonvallazione, il Comune farà ricorso

Cuglieri, l’amministrazione si rivolgerà al Consiglio di Stato contro la sentenza favorevole ai lavori

CUGLIERI. La sentenza pronunciata mercoledì scorso dal Tribunale Amministrativo Regionale, riguardante il ricorso del Comune contro la Provincia di Oristano, relativo alla variante di fondo valle sulla strada statale 292, rigettato dalla Seconda Sezione del Tar, ha suscitato l’amarezza degli amministratori.

Le polemiche tra Comune e Provincia sull’utilità di quella circonvallazione sono datate e, nel tempo, hanno determinato ricorsi e pronunciamenti da parte del Tribunale amministrativo che finora, però, non sono stati sufficienti a mettere la parola fine alla questione.

Il sindaco Andrea Loche, non commenta la decisione del giudice, ma non nasconde la sua delusione: «Con l’avvocato faremo le nostre valutazioni – dice Loche – e decideremo cosa fare. Con molta probabilità ricorreremo al Consiglio di Stato e depositeremo un esposto contro l’Anac». L’avvocato Mauro Barberio, che rappresentava il Comune davanti al Tar, ritiene che il Comune abbia le sue buone ragioni per andare avanti: «Le valutazioni spettano ai giudici – dice Barberio –, ma non ci convincono, quindi andiamo davanti al Consiglio di Stato».

L’ex assessore provinciale all’Urbanistica Gianni Pia, sulla questione aveva detto chiaramente che il ricorso sarebbe servito soltanto a rallentare i lavori già appaltati. Lavori, che, alla luce dell’ultimo pronunciamento del giudice amministrativo, sarebbero dovuti riprendere in tempi brevi, ma che, con il ricorso che il Comune intende presentare al Consiglio di Stato, lasceranno il cantiere ancora chiuso. E, stando ai tempi della giustizia, tutto lascia presupporre che lo rimarrà ancora per molto.

«Le nostre motivazioni – conclude Loche – sono legittime, ma il giudice non le ha ritenute tali. Prendiamo atto e rispettiamo la sentenza, però intendiamo andare avanti». «Quella variante – aveva detto Pia – renderà il percorso più scorrevole e meno pericoloso. Inoltre, grazie all’eliminazione di una srie di curve pericolose, già teatro nel passato, di diversi incidenti gravi, consentirà di accorciare i tempi di percorrenza da Oristano a Bosa». Barberio ha detto che il ricorso al Consiglio di Stato sarà presentato entro breve tempo, forse già nella prossima settimana. Un’altra puntata, dunque, che andrà ad arricchire la già lunga telenovela che vede protagonisti il Comune di Cuglieri e l’Ex Provincia di Oristano.

Piero Marongiu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes