Assemblea sui conguagli

Bosa, incontro con Adiconsum sulle richieste di Abbanoa

BOSA. Adiconsum Sardegna, su sollecitazione dei consiglieri di minoranza consiliare di Per Bosa e Udc, ha indetto per sabato, dalle 10 nella sala conferenze della biblioteca, un’assemblea pubblica dal tema “Abbanoa e i suoi balzelli”, con l’obiettivo di affrontare in particolare il tema dei cosiddetti “Conguagli Retroattivi - partite pregresse 2005/2011”. All’appuntamento, coordinato dall’ex sindaco Piero Franco Casula con relatore il presidente di Adiconsum Sardegna Giorgio Vargiu, “Vi spieghiamo cosa sono e come fare per tutelarsi” dicono gli organizzatori. Che approfondiranno quindi la questione dei conguagli retroattivi in arrivo da Abbanoa attraverso “I consigli per i consumatori, le azioni di tutela di Adiconsum”. Con il punto della situazione anche sulla questione del Deposito Cauzionale, la materia del contendere solo qualche mese fa. Sul fronte amministrativo locale, intanto, c’è da registrare una nota inviata dal sindaco di Bosa Luigi Mastino ai vertici del gestore unico ed all’assessore regionale Paolo Maninchedda. Nella quale, sempre in tema di conguagli retroattivi, viene segnalato “Il disagio della popolazione”. Gli amministratori insomma “Pur consapevoli che tali richieste possano rientrare in un quadro normativo che ne fonda la legittimità” si premette, rimarcano, al pari di quanto già emerso dopo il confronto a Cagliari nei giorni scorsi “Notevoli perplessità in relazione alle metodologie di calcolo, al periodo di applicazione, alla retroattività, alla chiarezza delle bollette”. Con la finale richiesta ad Abbanoa ed alla Regione perché garantiscano “La piena trasparenza anche al fine di assicurarsi la fiducia dei cittadini”, quanto al gestore unico di tenere conto “Nelle sue richieste, del contesto di difficoltà economiche e occupazionali che l’intero Paese ma soprattutto la nostra isola stanno attraversando”.

Alessandro Farina

WsStaticBoxes WsStaticBoxes