Niente concordato per Nova Tv avviata la procedura di fallimento

ORISTANO. Il segnale è spento da oltre due anni. E a proposito di segnali dal tribunale ne arriva uno tutt’altro che buono. La storia di Nova Tv che si incrocia con quella della società Amal è...

ORISTANO. Il segnale è spento da oltre due anni. E a proposito di segnali dal tribunale ne arriva uno tutt’altro che buono. La storia di Nova Tv che si incrocia con quella della società Amal è destinata a finire di fronte al giudice. L’editore della storica tv oristanese crollato di fronte ai debiti accumulati ora si ritrova alle prese con una procedura fallimentare di cui si dovrà occupare la curatrice fallimentare Viviana Ferri. È infatti andato a vuoto il tentativo di accedere alla procedura di concordato preventivo che avrebbe evitato il fallimento tout court. Adesso la nuova realtà con cui fare i conti è questa e con essa dovranno rapportarsi anche i creditori, su tutti gli ex dipendenti di Nova Tv tra cui tre giornalisti, diversi tecnici e impiegati amministrativi. Quando Nova Tv aveva spento il segnale c’erano ancora numerosi stipendi arretrati da pagare. In attesa di conoscere le decisioni del tribunale, non certo immediate e che riguardano i creditoti, la realtà dice che Oristano e il suo territorio hanno perso definitivamente la voce storica che li aveva accompagnati per oltre trent’anni.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes