Grande successo per “Somiglianze”

La mostra su Amore, Contini, Corriga e Farris aperta sino a gennaio

ORISTANO. Successo di pubblico e tante emozioni sabato sera al Museo Diocesano per la mostra “Somiglianze di famiglia”. Dopo tre anni di gestazione, il progetto di omaggiare i grandi artisti oristanesi, Antonio Amore, Carlo Contini, Antonio Corriga e Giorgio Farris, ha visto finalmente la luce. La serata si è aperta nella Sala San Pio X con i saluti dell’Arcivescovo Mons. Roberto Carboni, il quale ha sottolineato l’importanza di creare rete tra gli enti, auspicando anche per il futuro una fervida collaborazione istituzionale. Calorosi ed emozionanti sono stati i saluti degli eredi, ai quali appartengono la gran parte delle opere in mostra. L’amministratore straordinario della provincia Massimo Torrente insieme ai frati del Convento francescano e alcuni privati ha contribuito ad arricchire l’esposizione. Il pubblico ha poi riempito la Galleria dove ha ammirato le numerose opere esposte che, pur avendo stili molto differenti tra loro, dialogano attraverso la figurazione del lavoro, della festa e della famiglia. La serata è poi proseguita a Solarussa, dove, in occasione della riapertura al culto della chiesa della Madonna delle Grazie, ultimati i lavori di restauro, si sono potuti ammirare gli affreschi di Carlo Contini. La mostra sarà visitabile fino al 26 gennaio 2020, il giovedì e il venerdì dalle 17 alle 20, il sabato e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes