Una targa per gli oristanesi illustri

In cimitero per ricordare i sindaci e chi si distinse nella cultura e nel lavoro

ORISTANO. Da ieri all’ingresso del cimitero San Pietro una targa ricorda gli oristanesi che hanno ricoperto le più importanti cariche politche e chi, grazie alle suo impegno intellettuale e al suo lavoro, ha dato lustro alla comunità, alla città e alle istituzioni municipali. La cerimonia, organizzata dal Comune, è stata aperta da un saluto del sindaco Andrea Lutzu che ha ricordato i sindaci oristanesi del dopoguerra: Davide Cova, Alfredo Corrias, Salvatore Annis, Gino Carloni, Giovanni Canalis, Salvatore Manconi, Pietro Riccio, Vincenzo Loy, Manlio Odoni, Ignazio Manunza, Sergio Abis, Sandro Ladu e Angela Nonnis. La cerimonia è proseguita con la presentazione della targa da parte del prefetto Gennaro Capo, insieme al sindaco e al commissario straordinario della Provincia Massimo Torrente.

Un omaggio è stato attribuito anche ai carabinieri deceduti in servizio. Alla presenza del comandante provinciale Domenico Cristaldi affiancato da un picchetto armato, dai familiari dei militari decorati e da una rappresentanza dell’ Associazione nazionale carabinieri, sono stati deposti mazzi di fiori sulle tombe del vice brigadiere Renzo Lampis, dell’appuntato Antioco Deiana e del carabiniere Umberto Erriu.

Sempre ieri mattina, ma nel cimitero di Assolo, c’è stata una cerimonia in onore dell’appuntato Francesco Deias.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes