Pittura e poesia stasera all’Agorà

L’iniziativa “Mare nostrum” ideata dall’associazione per Gramsci

GHILARZA. L'Associazione per Antonio Gramsci riprende oggi la narrazione sulle migrazioni con il reading musicale e la mostra di pittura Mare Nostrum, un percorso figurativo e poetico dedicato al tema dell'esodo, e nello stesso tempo un viaggio nei meandri dell'animo umano che aiuta a capire quali paure, senso di spaesamento e speranze nutre ogni singola persona che sfida prove terribili e spesso la morte per sfuggire a un destino altrimenti segnato. L'iniziativa in programma oggi alle 18 nell'Agorà affronta il tema usando il duplice linguaggio della pittura e della poesia. Su questo doppio binario scorrono le scene evocate dai dipinti di Veronica Menghi e dalle poesie di Giulio Stocchi, scomparso alcuni mesi fa. L'artista di Milano sarà presente all'inaugurazione della mostra, che si intreccerà con il reading musicale dedicato ai testi di Giulio Stocchi e animato da Michele Licheri, Ilario e Nora. La galleria dell’Agorà rimarrà aperta al pubblico fino al 23 novembre e sarà visitabile la mattina su appuntamento (prenotando al numero 347 36 45 538) e tutti i pomeriggi dalle 16 alle 18. Martedì prossimo osserverà il turno di riposo. «Mare Nostrum – spiegano gli organizzatori – nasce dal desiderio di portare alla luce, in una visione poetica e lirica, il dramma dei migranti; un invito alla riflessione che possa coinvolgere l'intera collettività». Un terzo incontro sul tema delle migrazioni e delle guerre è in programma il 22 novembre alle 21 nell’auditorium comunale. In quell'occasione interverrà l’attore, musicista, cantante e scrittore Moni Ovadia. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes