Riprendono i lavori al parcheggio

Erano bloccati da mesi dopo la risoluzione del contratto

ORISTANO. Sono ripresi ieri mattina i lavori per la costruzione dei nuovi parcheggi di via Mariano IV annessi al mercato civico. Dopo la risoluzione per grave inadempienza contrattuale con l’impresa Dentoni di Cagliari, l’appalto è stato affidato all’impresa Pellegrini di Cagliari, che nella gara d’appalto aveva presentato la seconda offerta più vantaggiosa. L’affidamento, per la revisione della progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione e ampliamento del mercato e del parcheggio multipiano, è stato effettuato alle medesime condizioni già proposte allora per un importo di 1 milione 945mila euro per lavori e 63mila euro per oneri di sicurezza.

«È stato necessario rispettare dei tempi tecnici per poter far ripartire i lavori, ma finalmente l’appalto ha ripreso a marciare e contiamo di poter restituire alla città questa importante struttura entro pochi mesi – spiegano il sindaco Andrea Lutzu e l’assessore ai Lavori pubblici Francesco Pinna –. La nuova progettazione è articolata in due fasi: la prima che riguarda la revisione del parcheggio pluriplano e la seconda per i lavori di ristrutturazione del mercato civico».

E proprio dal parcheggio ieri si è iniziato a lavorare: il piano fuori terra sarà dotato di 136 parcheggi per autovetture, quello seminterrato avrà 146 posti auto di cui 134 coperti e 12 scoperti per un totale di 282 zone di sosta. «L’importanza per la città e per il tessuto economico locale del parcheggio multipiano e del mercato è ben nota a tutti – aggiungono il sindaco e l’assessore –. L’obiettivo è riuscire a concludere velocemente il parcheggio e nel frattempo definire i dettagli per la rimodulazione del progetto esecutivo che su indicazione del Comune sarà realizzato dalla stessa impresa Pellegrini. Il parcheggio sarà importantissimo per tutto il centro cittadino e anche per il nuovo mercato civico».

La lunga vicenda dei lavori del mercato civico, dopo l’aggiudicazione nel 2015 dell’appalto all’impresa Dentoni per 3 milioni e 277mila euro e i forti ritardi e le inadempienze che hanno accompagnato l’esecuzione dei lavori, era sfociata nella risoluzione del contratto a ottobre del 2018. Da allora, si è lavorato alla valutazione dello stato di consistenza della struttura e all’assegnazione dei lavori a una nuova impresa. Nel frattempo il Tribunale aveva respinto il ricorso presentato dall’impresa Dentoni e dato ragione al Comune sulla alla risoluzione del contratto d’appalto decisa, appunto, per grave inadempienza. Ora si spera nella rapidità.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes