Lite tra vicini di appartamento

ORISTANO. Botte e denunce incrociate. La quiete del condominio viene prima di tutto e la musica ad alto volume non va d’accordo con essa. Un richiamo, un secondo, un terzo senza esito e alla fine i...

ORISTANO. Botte e denunce incrociate. La quiete del condominio viene prima di tutto e la musica ad alto volume non va d’accordo con essa. Un richiamo, un secondo, un terzo senza esito e alla fine i vicini di casa si scontrano sul pianerottolo. È successo ieri pomeriggio in via Libeccio dove il regolamento di conti ha avuto l’esito nefasto di far finire un 25enne al pronto soccorso. Il vicino di casa, infastidito dall’ennesima giornata trascorsa col volume della musica troppo alto, avrebbe perso la pazienza e così sarebbe nata una discussione col ragazzo. Dalle parole alle botte, è stato un attimo. Il ragazzo ha avuto la peggio e si è ritrovato con dei problemi al collo su cui pare si siano poggiate non tanto delicatamente le mani dell’altro condomino. Via al pronto soccorso, mentre in via Libeccio arrivavano le pattuglie della polizia a riportare la quiete dopo il tempestoso faccia a faccia. Finita qui? A meno di ripensamenti, la questione andrà avanti e anche lo sfondo cambierà: le denunce incrociate porteranno i due ad affrontarsi non più solo sul pianerottolo del palazzo, ma in un’aula di tribunale tra giudici e avvocati. (e.carta)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes