Campagne all’asciutto, da oggi via alle irrigazioni

Decisione del Consorzio di Bonifica dopo un vertice con le organizzazioni agricole L’uso corretto e legittimo della risorsa idrica monitorato con il satellite

ORISTANO. È partito oggi il servizio straordinario di irrigazione di soccorso previsto dal Consorzio di Bonifica oristanese, necessario per porre rimedio alla siccità degli ultimi mesi. Concordato con le associazioni di categoria che temono di perdere i raccolti, l’intervento riguarda tutto il Comprensorio Sud (con poche eccezioni relative al lotto nord di Arborea, Cirras sud, la zona ‘Morimenta’ di Terralba e il lotto sud di Arborea - impianto 1), per un periodo di dieci giorni, fino al 20 febbraio.

L’acqua sarà erogata tutti i giorni dalle 7 alle 17, il sabato dalle 7 alle 14. Prevista la sospensione del servizio per la domenica.

«Nel Comprensorio Nord – comunicano dal Consorzio di Bonifica – l’irrigazione di soccorso sarà attivata, con gli stessi orari, non prima del 17 febbraio, garantendola solo in quei distretti da cui siano pervenute le richieste degli utenti».

«La deliberazione stabilisce l’attivazione del servizio straordinario di irrigazione di soccorso rivedendo quanto precedentemente stabilito e concordato con le organizzazioni, che prevedeva l’anticipazione al 1 marzo», ha detto il commissario Cristiano Carrus.

Data ultima per la dichiarazione delle colture presenti è il 31 marzo prossimo: nell’ipotesi di coltivazioni che potranno necessitare di irrigazione anche dopo la data di avvio della ordinaria stagione irrigua, fissata per il primo aprile, le colture in atto dovranno essere dichiarate nella domanda di irrigazione relativa all’anno 2020. Qualora invece la coltura cessi il proprio ciclo o non debba essere irrigata dopo il 1 aprile, dovrà essere dichiarata nella domanda di soccorso secondo l’articolo 6 del regolamento consorziale per l’esercizio dell’irrigazione.

Saranno poi gli addetti dell’ente a verificare la regolarità della procedura anche tramite il sistema di controllo satellitare, applicando le dovute sanzioni qualora venissero rilevati prelievi d’acqua non autorizzati.

«Queste condizioni climatiche eccezionali impongono procedure straordinarie, con le quali in buona parte dei distretti potrà essere erogata l’acqua» aggiunge Cristiano Carrus, specificando che gli uffici consortili stanno procedendo con il lavoro per poter consentire di erogare l’acqua anche nei distretti dove sono in corso manutenzioni straordinarie».

Proseguono intanto le assunzioni da parte del CBO, dove sono nove le posizioni aperte. Si cercano due meccanici, cinque saldatori e due internisti.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes