Bosa, migliaia in maschera per il carnevale 'Osincu

BOSA. Folla di maschere in nero per lo storico appuntamento di S'Attitidu del Carrasegare 'Osincu. Una edizione 2020 baciata dal sole e che si è svolta in un clima di serenità e allegria. Piange per il bambino, un bambolotto smembrato, abbandonato dalla madre persa nei bagordi, la maschera di S'Attitidu. Schernisce la morte, in un inno alla vita che nel raccontare le sorti dell'infante sventurato e le gesta della madre, coinvolge lo spettatore in una pantomima legata satiricamente ai temi sociali o politi locali o di più ampia portata. E se conosce l'interlocutore, con la franchigia del carnevale, citando anche qualche sua presunta marachella. Un teatro di popolo portato in piazza dai cittadini di tutte le classi sociali, nella giornata clou di un carnevale che all'imbrunire abbandona il nero delle prefiche urlanti e contappone al buio il più sgargiante bianco della ricerca di Giolzi. Altro inno alla vita che si perpetua sempre, malgrado la gioia del carnevale sia un effimero soffio ormai vicino alla fine. (alessandro farina)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes