Bauladu blocca i tributi comunali, Seneghe si mobilita

BAULADU. Il Comune ha messo in campo una serie di azioni finalizzate a fronteggiare l’emergenza sanitaria e a sostenere famiglie e imprese in difficoltà. Tra i provvedimenti adottati, quelli più...

BAULADU. Il Comune ha messo in campo una serie di azioni finalizzate a fronteggiare l’emergenza sanitaria e a sostenere famiglie e imprese in difficoltà. Tra i provvedimenti adottati, quelli più attesi riguardano la sospensione dei termini di pagamento di tutti i tributi di competenza del Comune (Imu, tari, Tasi, Tosap) in scadenza tra il 4 marzo e il 31 maggio di quest’anno e l’istituzione nel bilancio comunale di un fondo straordinario, che si affianca a quello stanziato dallo Stato, per aiutare chi è rimasto senza reddito perché impossibilitato a lavorare. Gli interessati possono contattare il servizio sociale al numero 320-430997. Nei prossimi giorni verranno rese note le modalità di accesso al fondo straordinario riservato alle imprese e ai lavoratori autonomi maggiormente colpiti dalle restrizioni.

A Seneghe da qualche giorno è attiva la colletta alimentare solidale promossa dalla Pro Loco in collaborazione con le associazioni locali, i commercianti, la Caritas parrocchiale e coordinata dall’amministrazione comunale. Nei negozi di generi alimentari sono disponibili scatole dedicate in cui riporre i generi acquistati. Apprezzato da tutti il gesto della società autogestita di caccia, il cui consiglio direttivo ha deliberato l’acquisto di generi alimentari per 160 euro. Le suore del Sacro Costato, titolari dell’asilo in cui si sono formate generazioni di seneghesi, esprimono la loro solidarietà con l’unico mezzo di cui dispongono: la preghiera, che offrono per i malati, i bambini e per le autorità civili e militari presenti nella comunità che le ospita da tempo. (pi.maro.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes