Imprenditori condannati per il fallimento Igl

ORISTANO. Due condanne e un’assoluzione al processo per il fallimento della Igl, il piastrellificio che sorgeva nella zona industriale di Villacidro ma con sede legale a Oristano. Il fallimento era...

ORISTANO. Due condanne e un’assoluzione al processo per il fallimento della Igl, il piastrellificio che sorgeva nella zona industriale di Villacidro ma con sede legale a Oristano. Il fallimento era avvenuto nel 2008, quando, a causa della crisi economica, il settore edilizio, fino ad allora floridissimo, subì una pesante fermata. Tutti i lavoratori dello stabilimento perdettero il lavoro, nel frattempo, i soci della società, Gessica Perra, Annibale Cappai e Luciano Serra, tutti originari del Cagliaritano, vennero indagati e rinviati a giudizio per bancarotta.

Ieri, i giudici del collegio tribunale di Oristano – presidente Carla Altieri, a latere Elisa Marras e Federica Fulgheri – hanno assolto l’ex amministratrice della società, Gessica Perra, che era difesa dagli avvocati Mauro Massa e Ferruccio Melis del foro di Cagliari.

Gli altri due soci, Annibale Cappai e Luciano Serra, sono stati invece condannati a cinque anni e dieci mesi di reclusione ciascuno. Il loro legale, Silvio Sanna, del foro di Oristano, pur in attesa di conoscere le motivazioni della condanna dei i suoi assistiti, ha annunciato l’intenzione di impugnare in appello la sentenza. (m.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes