Raid in cimitero, due minori gli autori

Individuati i responsabili dell’atto vandalico di fine giugno

BUSACHI. Hanno nome e cognome gli autori del raid vandalico compiuto in cimitero alla fine di giugno. Il cerchio delle indagini svolte dai carabinieri della caserma di via Brigata Sassari si è stretto attorno a due minori del paese. Stando alla ricostruzione fatta subito dopo la scoperta dello scempio, i responsabili erano entrati nella struttura ubicata alle porte di Busachi nel primo pomeriggio e, incuranti del rischio di essere colti in flagrante, avevano preso a calci e lanciato per terra i lumicini, i portaritratti e i vasi collocati su una trentina di loculi e di tombe.

L’azione è stata stigmatizzata di recente è finita sotto la lente d’ingrandimento del consiglio comunale. Maggioranza e opposizione hanno approvato all’unanimità un ordine del giorno di condanna rilevando la necessità di intensificare gli sforzi atti a prevenire fenomeni di devianza. Non si è trattato, però, di un caso isolato: giorni dopo alcuni teppisti hanno danneggiato i canali di scolo esterni alla sede delle elementari e qualcuno si è intrufolato nell'edificio delle scuole medie. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes