Arrestato mentre ruba cibo al market

A processo per furto. Terralba, assolta nonostante gli euro rubati all’ex sindaca

ORISTANO. La scorta di cibo in scatola, un po’ di formaggio e poi via verso l’uscita dopo aver preso i giusti accorgimenti per evitare di essere beccato con la refurtiva. Non è però andata così e il cagliaritano Luca Ghislini è stato notato da un addetto del supermercato Lidl in cui aveva deciso di fare la spesa gratuitamente. Subito dopo era in manette, arrestato dagli agenti della Squadra volanti della polizia. Ieri mattina, assistito dall’avvocatessa Rossana Palmas, ha fatto ritorno in tribunale dove più volte è già stato in passato per rispondere di altri reati.

Il processo per direttissima è durato il tempo della convalida del fermo su richiesta del pubblico ministero Daniela Muntoni, mentre la difesa ha poi chiesto i termini a difesa e il processo è stato aggiornato.

Terralba. Sempre per furto, ma in un altro processo è stata giudicata la terralbese Serenella Dessì. Dopo che la perizia psichiatrica ha stabilito che era solo parzialmente capace di intendere e volere, il giudice Marco Mascia ha deciso per l’assoluzione trovandosi d’accordo con il pubblico ministero Daniela Caddeo e l’avvocato difensore Fabio Costa che aveva chiesto che aveva chiesto la consulenza medica. Serenella Dessì, alla quale sono stati revocati i domiciliari che le erano stati assegnati in seguito a tre deunce ricevute nell’ultimo mese, era sotto processo per aver rubato dalla borsa dell’ex sindaca Maria Cristina Manca 400 euro. La borsa era poggiata su un tavolo nella stanza del consiglio comunale ed era stata adocchiata dall’imputata che era seguita dai servizi sociali. (e.carta)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes