Il virus arriva ad Ales, preoccupazione a Santu Lussurgiu

ORISTANO. Anche Ales si è scoperto vulnerabile al Covid. Per la prima volta dall’inizio della pandemia, lunedì è stato riscontrato un caso di positività al coronavirus e ieri ne è stato scoperto un...

ORISTANO. Anche Ales si è scoperto vulnerabile al Covid. Per la prima volta dall’inizio della pandemia, lunedì è stato riscontrato un caso di positività al coronavirus e ieri ne è stato scoperto un secondo. Il sindaco Francesco Mereu ha ribadito l'invito ad adottare tutti gli accorgimenti per la prevenzione. «Sono sicuro – ha scritto in una nota – che se ogni cittadino farà la propria parte usciremo insieme dall'emergenza».

La situazione è in peggioramento a Samugheo, dove anche ieri l’Ats ha accertato due nuovi positivi, che si aggiungono ai cinque precedenti. Ancora più estesa è la rete dei contagi a Santu Lussurgiu, che conta 22 casi d’infezione, tre in più rispetto all'ultimo aggiornamento. Resta invariato il numero dei contagi a Paulilatino, al momento fermo a otto, ma con un centinaio di tamponi ancora da processare o dei quali conoscere l’esito. Intanto oggi partono i primi esami sierologici, rinviati di qualche giorno per dare la precedenza ai test molecolari previsti sui soggetti venuti a contatto con i positivi. Ad Abbasanta, invece, un altro cittadino è stato dichiarato guarito e ora sono rimasti in cinque a osservare l’obbligo di isolamento. Notizie incoraggianti arrivano da Oristano per la guarigione di tre persone, a fronte di una nuova positività. (mac)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes