La media di via Santulussurgiu non è sicura: il Comune la chiude

ORISTANO. Chiusa dall’oggi al domani la scuola media “Grazia Deledda”, genitori infuriati e preoccupati e soprattutto nessuna spiegazione per tutto il pomeriggio. Non da parte della dirigente...

ORISTANO. Chiusa dall’oggi al domani la scuola media “Grazia Deledda”, genitori infuriati e preoccupati e soprattutto nessuna spiegazione per tutto il pomeriggio. Non da parte della dirigente scolastica, Pasqualina Saba, né per varie ore da parte del Comune che esce dal silenzio sulla chiusura dell'istituto di via Santu Lussurgiu solo intorno alle 19, con una nota che motiva la scelta della dirigente con la scoperta di problemi strutturali. Stamattina si svolgerà un sopralluogo dei tecnici comunali, del sindaco Lutzu e dell'assessore all'Istruzione Massimiliano Sanna, ma intanto il primo cittadino, interrogato riguardo un giudizio preventivo sulla gravità della situazione, afferma: «Se abbiamo deciso di chiudere precauzionalmente è perché si tratta di una situazione seria». Per ora si tratta di una chiusura preventiva, in attesa delle verifiche, ma il rischio che diventi definitiva c'è: «Dalle relazioni emergerebbero una serie di problemi strutturali la cui importanza potrebbe portare alla chiusura della scuola», affermano dal Comune. La notizia era arrivata all'improvviso con una circolare diramata dalla dirigente alla fine delle lezioni: «Didattica a distanza fino a data da destinarsi». Tra genitori e docenti, all'oscuro delle ragioni, aveva iniziato a diffondersi un certo timore, dovuto all'incertezza e alla preoccupazione che la chiusura potesse essere legata a qualche tipo di emergenza sanitaria, non legata al Covid. Nulla di tutto questo, anche se la notizia dei problemi strutturali, la cui entità sarà verificata a partire da domani, non sembra destinata a promuovere una maggiore serenità fra genitori e docenti. Sulla confusione che si era creata nel pomeriggio erano intervenuti sia il consigliere comunale Francesco Federico che il segretario cittadino del Partito Sardo d'Azione Simone Prevete: entrambi chiedevano spiegazioni alla Giunta. «Non capisco perché per diverse ore si sono voluti lasciare in apprensione decine di genitori e docenti» aveva affermato Federico. Anche il segretario sardista ha rincarato la dose: «È grave che ci si accorga dei problemi strutturali a novembre, a scuola iniziata». I problemi segnalate all'ufficio tecnico, sarebbero emerse durante gli studi per l'assegnazione del certificato di idoneità statica e per la classificazione sismica, affidati dal Comune in estate nel quadro del progetto Iscol@.(dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes