Il diabete si combatte anche on line

Parte sui canali social la campagna dell’Anaid che incoraggia l’attività sportiva

ORISTANO. L’Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici e il Servizio di Diabetologia e Malattie metaboliche dell’Assl promuovono il progetto “Diabete e Sport 3.0” che ha visto il patrocinio della Regione, dell’Associazione Medici Diabetologi, della Società Italiana di Diabetologia e di Diabete Italia. Niente incontri, se non virtuali, ma una campagna informativa facilmente accessibile grazie a una serie di 16 video informativi sul tema dello sport come strumento di prevenzione e di gestione del diabete, rivolta a tutte le persone e in particolare a quelle affette dalla malattia, che desiderano avvicinarsi alla pratica dell’attività motoria. La pubblicazione dei filmati è iniziata ieri e andrà avanti per otto settimane, tutti i giovedì e le domeniche, sui canali social Facebook e You Tube e sui siti di Aniad Sardegna e Assl Oristano.

Nel caso di una malattia autoimmune come il diabete, gli accorgimenti da prendere quando si decide di avvicinarsi allo sport sono tanti. Da qui la necessità del progetto “Diabete e Sport 3.0”, che intende fornire gli strumenti basilari per aiutare le persone con diabete a raggiungere un maggiore benessere psico-fisico attraverso la pratica costante e controllata dello sport. Due sono le tipologie di video: quelli informativi, in cui sarà data la parola agli esperti, che saranno pubblicati ogni giovedì, e le interviste ai giovani atleti con diabete, che invece usciranno ogni domenica.

In Sardegna si stimano circa 114mila persone con diabete, delle quali 12mila di tipo 1, e il resto di tipo 2. La provincia di Oristano è poi una delle più colpite.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes