Dopo i lavori nessuno ripara la strada

L’ultimo episodio in via Scirocco, ma l’asfalto è devastato in tutta la città

ORISTANO. Imperizia o disattenzione, questo è il dilemma. A porsi il quesito che non riguarda solo loro sono da diverse settimane gli abitanti di via Scirocco, alle prese con un manto stradale disastrato per lo più in seguito agli scavi per la posa della fibra ottica che hanno interessato il quartiere di San Nicola un mese fa.

Non sono gli unici per la verità a restare a bocca aperta di fronte alle strade dissestate e ai rattoppi che non sempre sono a regola d’arte e spesso riguardano vie asfaltate da poco dall’amministrazione comunale.

In via Scirocco, a destare un misto di incredulità e sconcerto sono gli esiti dei lavori fatti per asfaltare la via dopo gli interventi di scavo. In questo caso il problema è ancora più macroscopico. L’asfalto infatti ha visto la luce solo nei primi cento metri di strada, quelli che si affacciano su via Gennargentu, mentre il resto della via deve fare i conti da diverse settimane con una pavimentazione stradale devastata.

«Magari hanno finito i soldi o si sono dimenticati che devono completare i lavori – ironizza un pensionato della zona –. Fino a quando questa situazione non creerà problemi o incidenti, temo sarà abbandonata nella totale incuria». A dirla tutta è un problema che Oristano non riesce proprio a risolvere: ogni qualvolta ci sono dei lavori che obbligano le imprese a fare degli scavi, il risultato è che l’asfalto viene risistemato senza esiti soddisfacenti, anzi per lo più viene sostituito da altro materiale che non ha la stessa tenuta e la sede stradale spesso rimane sconnessa. A nulla servono proteste e segnalazioni, il Comune continua a non far rispettare un proprio diritto.

Stefano Sulis

WsStaticBoxes WsStaticBoxes