Emergenza loculi in cimitero

Ghilarza, solo cinque spazi utilizzabili. Scambio di accuse tra sindaco e minoranza

GHILARZA. La carenza di loculi più volte lamentata dal sindaco Stefano Licheri è oggetto di un’interrogazione della minoranza, che si è rivolta all’assessore comunale ai Lavori pubblici per sapere cosa di concreto l’esecutivo stia facendo rispetto alle soluzioni già sul tappeto. «Il sindaco evidentemente ignora i passi compiuti dalla precedente amministrazione, che ha approvato un progetto esecutivo per l’ampliamento del cimitero e che nel 2017 ha partecipato a un bando regionale risultando ammessa ma non finanziabile», hanno ricordato gli esponenti di Uniti per crescere nella nota indirizzata ad Angelo Pinna.

«Nell’aprile del 2020 la Regione ha scorso la graduatoria assegnando 203mila euro a Ghilarza», ha fatto notare il gruppo guidato da Eugenia Usai, che ha chiesto quali azioni la giunta stia mettendo in campo per sopperire alla mancanza degli spazi cimiteriali e se la Regione sia stata interpellata per capire a che punto sia l’iter di scorrimento della graduatoria.

L’assessore entrerà nel merito della questione nella prima riunione consiliare utile, intanto Stefano Licheri ha puntualizzato: «Siamo in piena emergenza con soli quattro loculi liberi e questo malgrado nel 2015 noi ne avessimo realizzati e lasciati 50 disponibili. Significa che in cinque anni non è stato costruito nulla per evitare di arrivare a questa situazione. Ora abbiamo recuperato 9mila euro dal bilancio per costruire subito otto loculi».

Maria Antonietta Cossu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes