«San Salvatore abbandonato» il Pd all’attacco del sindaco

CABRAS. Ritrovare buste dell'immondezza abbandonate da persone incivili all'interno e all'ingresso di San Salvatore di Sinis, a pochi metri dalla statua in bronzo del Santissimo, sta diventando una...

CABRAS. Ritrovare buste dell'immondezza abbandonate da persone incivili all'interno e all'ingresso di San Salvatore di Sinis, a pochi metri dalla statua in bronzo del Santissimo, sta diventando una triste abitudine per i cittadini di Cabras. Per questo motivo la consigliera Alessandra Lochi, appartenente al Gruppo autonomo "Cabras Popolare Progressista", con una nota stampa ha voluto denunciare «lo stato di abbandono in cui versa la borgata campestre», cui tutti i cabraresi sono molto legati.

«È divenuto insostenibile e non è più tollerabile. Considero indispensabile – afferma – attrezzare il villaggio di due isole ecologiche, a bassissimo impatto ambientale, da collocare in prossimità dei due ingressi, e appare ineluttabile l'esigenza di un sistema di videosorveglianza».

La consigliera, fuoriuscita di recente dalla maggioranza, conclude con un appello all'amministrazione.

«Chiedo, a titolo personale e a nome di tantissimi concittadini, che il sindaco e la Giunta mettano in agenda il problema in tempi rapidi. Il silenzio da parte di chi sarebbe, per il suo ruolo, chiamato a intervenire, appare ormai privo di giustificazione».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes