Strade rurali, il Comune corre ai ripari

Stanziati 125mila euro per renderle di nuovo percorribili dopo le tante piogge

ORISTANO. Sono 125mila gli euro stanziati per intervenire urgentemente sulle strade di campagna, trasformate dalle ultime settimane di pioggia in mulattiere impraticabili. Il Comune cerca di far fronte a una piccola emergenza che, puntuale, ritorna ogni inverno. «Ripristineremo il fondo stradale dissestato e disseminato di buche, condizioni che stanno creando forti disagi ai residenti, agli imprenditori agricoli e ai lavoratori, costituendo fonte di pericolo per la circolazione dei mezzi, in particolare quelli a due ruote» spiegano il sindaco Andrea Lutzu e l’assessore ai Lavori pubblici Francesco Pinna.

Lo definiscono un intervento d’emergenza, in attesa di ulteriori risorse che permettano qualcosa di più, e partirà non appena si placherà il maltempo. «La struttura tecnica è pronta a intervenire con velocità sperando che le condizioni meteorologiche nelle prossime settimane concedano una tregua», dicono dal Comune e questi potrebbero finalmente essere giorni utili per dare la sistemata tanto attesa sia alla periferia del capoluogo che nelle tante strade rurali delle frazioni di Donigala, Silì, Massama e Nuraxinieddu.

In ogni caso è una soluzione tampone, mentre una soluzione di lungo periodo potrebbe essere rappresentata dall’applicazione del regolamento per le strade vicinali, che si snodano nelle campagne oristanesi per 95 chilometri e servono circa 600 residenti e centinaia di aziende agricole, che impone ai proprietari dei terreni di consorziarsi per far fronte alle spese di manutenzione insieme al Comune. Il regolamento, approvato nel 2015 durante l’amministrazione Tendas, non è mai stato applicato e al momento sembra difficile che qualcuno decida di riesumarlo. (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes