Sorradile, 350 punti luce comunali a risparmio energetico

SORRADILE. Un risparmio sui consumi pari al 60 per cento della bolletta energetica e la produzione di 46 tonnellate in meno ogni anno di anidride carbonica: sarà l'impatto sull'ambiente e sulle...

SORRADILE. Un risparmio sui consumi pari al 60 per cento della bolletta energetica e la produzione di 46 tonnellate in meno ogni anno di anidride carbonica: sarà l'impatto sull'ambiente e sulle finanze del Comune che avrà il nuovo impianto di illuminazione pubblica.

L'intervento di riqualificazione eseguito dalla società Menowatt Ge per conto dell'ente locale ha comportato la sostituzione di 350 lampade al led, considerate più efficienti, meno costose e meno inquinanti.

Il loro impiego era già previsto nel Paes di Sorradile, il primo piano d'azione per l'energia sostenibile approvato da un Comune sardo. «Siamo convinti che il futuro vada sempre più verso lo sviluppo ecocompatibile e per questo stiamo sviluppando una serie di attività ad esso connesse e a cui si ricollega il progetto sull'illuminazione al led», spiega il sindaco Pietro Arca.

Il suo Comune è stato premiato da Ecomondo nel 2019 come Borgo sostenibile, è sede Sic e borgo certificato dell'associazione Borghi autentici d'Italia.

«Nella nostra comunità abbiamo quattro centenari e dodici cittadini tra i 96 e i 98 anni, un indicatore importante della qualità della vita e dell'ambiente. Non potevamo non intraprendere la strada del risparmio energetico», ribadisce Arca.

Maria Antonietta Cossu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes