Col vestito della Festa Irene si cimenta col suo kite

ORISTANO. Lei, Irene Murru, definisce la sua iniziativa basata su un «briciolo di pazzia». E in effetti basta guardare la bella foto che la protagonista ha inviato alla Nuova per capire che non si...

ORISTANO. Lei, Irene Murru, definisce la sua iniziativa basata su un «briciolo di pazzia». E in effetti basta guardare la bella foto che la protagonista ha inviato alla Nuova per capire che non si tratta di una esagerazione. Andare sul kite-surf col costume usato per la Sartiglia è un modo per mantenere viva la tradizione e celebrare comunque giornate che solo la pandemia ha reso più solitarie.

«Ho provato ad unire le passioni della mia vita. La tradizione, con un abito antico che le nostre nonne usavano nella loro quotidianità, quello che amo di più per la sua semplicità ciò che è la mia cultura, i miei colori, i miei profumi, la mia terra e la mia casa. E il kitesurf, lo sport che per me è vita, la passione l’emozione, l’adrenalina, la libertà, la gioia e una sensazione di felicità immensa che non si può spiegare ma solo vivere. Le due passioni della mia vita a cui non riesco a rinunciare. Considerato che quest’anno non è stato possibile viverle in maniera separata, ho pensato che unirle sarebbe stato un evento più unico che raro: ho provato un’emozione unica, è stato incredibile! Ciò che amo di più, insieme».

Irene, che oggi sulla sua pagina Instagram “kite–eirene” pubblicherà la prima delle due clip realizzate, tranquillizza chi si preoccupasse delle sorti dell’abito. «Non si è rovinato per nulla. Le nostre nonne che lo usavano per svolgere le faccende quotidiane. Il mio gioiello di stoffa ora è già lavato e stirato per la prossima occasione». Si spera più tradizionale.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes