Sanità da salvare, i sindaci in piazza

Manifestazione alle 10 a Simaxis coi primi cittadini del Distretto

SIMAXIS. La crisi della sanità pubblica è una partita troppo importante. Per questo i Sindaci dei Comuni del Distretto sanitario di Oristano hanno deciso di tenere alta l’attenzione e questa mattina si ritroveranno davanti all’ambulatorio di Igiene pubblica di Simaxis.

L’appuntamento è per le 10, quando, indosso le fasce tricolori, i primi cittadini daranno voce alle ragioni delle comunità locali e ribadiranno le richieste avanzate mercoledì al presidente della Regione, Christian Solinas, all’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu, al commissario straordinario dell’Ats Massimo Temussi e a quello della Assl di Oristano Antonio Francesco Cossu. Partenza immediata della campagna di vaccinazione nei comuni ancora non serviti come Simaxis, Ollastra, Zerfaliu e Solarussa, attivazione di convenzioni per garantire il servizio di medicina di base nei paesi non serviti, ripristino dell’organico del Pronto soccorso dell’ospedale San Martino per garantirne il funzionamento, assicurare ai soggetti fragili le vaccinazioni nel proprio domicilio e attivazione dei centri di vaccinazione nei comuni, sono infatti le rivendicazioni degli amministratori locali.

Nella comunicazione che il presidente del Distretto sanitario e sindaco di Oristano Andrea Lutzu ha inviato alla Regione e all’Ats, i sindaci hanno sollecitato anche la vaccinazione delle persone fragili nel proprio domicilio tramite l’utilizzo dei medici di medicina generale e di assicurare la possibilità, per i comuni richiedenti, di attivare centri di vaccinazioni locali. (m.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes