Lutzu apre la verifica con due incognite

Stasera vertice anche con Forza Italia, pronta a accettare l’Urbanistica e un ruolo nel Consorzio industriale

ORISTANO. Oggi alle 18 e 30 il sindaco Andrea Lutzu riunirà i rappresentanti dei partiti della sua coalizione, per un confronto politico. Chiamatela “verifica” o come volete, resta il fatto che oggi per la prima volta Lutzu ritroverà in maggioranza gli esponenti del suo ex partito, Forza Italia, rinata dalle ceneri, e presente per adesso con tre consiglieri. A rappresentare il partito di Berlusconi, oltre al consigliere comunale Luca Faedda anche Emanuele Cera, consigliere regionale, ex sindaco di S.N.Arcidano e coordinatore provinciale degli Azzurri. Cera illustra il punto di vista del suo partito, con due punti fermi apparentemente contraddittori: da una parte la disponibilità a dialogare con Lutzu per l’ingresso in giunta con un assessorato di peso (l’urbanistica?) e una visibile presenza anche negli organi di governo del territorio (Consorzio Industriale). Dall’altra la chiusura a qualunque ipotesi a una ricandidatura di Lutzu, definito dai vertici regionali di forza Italia «trasformista e incoerente». Ci vorrà tutta l’arte diplomatica Cera per navigare tra questi scogli politici.

«Capisco la decisione di Lutzu di uscire dal cda del consorzio industriale per concentrarsi sul ruolo, complesso e impegnativo di sindaco. Oggi andiamo alla riunione da lui convocata per capire come vorrà affrontare questo anno che rimane dalle elezioni di giugno 2022. Premetto che non abbiamo chiesto deleghe o poltrone. Se Lutzu vuole assegnare la responsabilità dell’urbanistica o un seggio del cda del Cipor a esponenti di Forza Italia o se voglia fare un rimpasto più ampio, lo vedremo oggi, ma noi siamo comunque pronti a valutare le sue proposte. Un rimpasto a meno di un anno dalle elezioni non è operazione facile. Certo è che noi siamo e ci sentiamo in maggioranza, e non vogliamo essere una sola presenza in assemblea». Cera conferma che in politica è opportuno «mai dire mai, a differenza di quello che fanno altri amici e colleghi», ma un punto fermo lo pone. «Quando dovremo decidere il nome del sindaco della coalizione presenteremo una rosa di nomi; ma tra questi di certo non ci sarà Andrea Lutzu».

Urbanistica e Cipor dovrebbero essere i principali temi sul tavolo di stasera. «Per entrambi abbiano nomi autorevoli, e siamo pronti a presentarli». Si chiuderà oggi? Cera ne dubita. «Forse ci sarà un altro giro, certo non si può lasciare un assessorato strategico e carico di responsabilità come l’urbanistica senza guida politica. Al massimo si andrà alla prossima settimana». Giusto in tempo per annunciare nuovi ingressi nel gruppo? «Probabile».(g.cen.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes